I Vignaioli del Morellino di Scansano aprono il Vinitaly

Una nuova veste nel segno della sostenibilità

| Categoria: Attualità
STAMPA

SCANSANO - Si è aperto a Verona il Vinitaly, che si terrà fino al 25 marzo 2015. Per l’occasione i Vignaioli del Morellino di Scansano, storica cooperativa maremmana, presentano la nuova immagine aziendale e il loro progetto per la sostenibilità ambientale.

La scelta di rinnovamento del logo e delle etichette rientra nelle strategie di lungo periodo della cantina per il consolidamento della propria presenza nel canale HoReCa e nell’export. L’idea dietro il progetto grafico era quella di creare una maggiore coerenza con i valori che da sempre contraddistinguono la cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano: squadra, qualità, regole severe, partecipazione, pensando a un contesto di più ampio respiro e sempre contemporaneo.
Resta l’immagine della Porta Grossetana, alleggerita graficamente e fusa con il nome dell’azienda. La scelta dei colori non si distacca del tutto dalla versione precedente ma c’è un uso più deciso del colore.
Con la stessa occasione si è provveduto inoltre a un restyling delle etichette e a una suddivisione delle linee in una piramide dei prodotti chiara, che valorizzi gli sforzi fatti verso la qualità. La linea HoReCa, pertanto, con le nuove annate in uscita sarà suddivisa in una linea di vini in cui l’accento viene posto su vitigni diversi, e la linea dei Classici, in cui rientra anche il Morellino di Scansano Docg, nelle sue varie sfaccettature. A queste si aggiungerà, nei prossimi mesi, anche la linea delle Vigne, che valorizzerà alcuni vigneti che si distinguono per le loro caratteristiche uniche.

I Vignaioli del Morellino di Scansano presentano inoltre il nuovo progetto di sostenibilità ambientale che vede coinvolta la cantina a partire dalla certificazione dell’impronta di carbonio. Hanno infatti aderito al Programma Nazionale per la Valutazione dell’Impronta Ambientale promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, finalizzato alla promozione delle strategie aziendali per lo sviluppo sostenibile, con priorità alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra per i prodotti di largo consumo.
In particolare, la cantina ha certificato l’impronta di carbonio del Morellino di Scansano Roggiano Docg e del Morellino di Scansano Docg, misurandone le emissioni di gas a effetto serra. Le misurazioni hanno tenuto conto dell’intero ciclo produttivo del prodotto, dalla coltivazione della vigna fino all’utilizzo e smaltimento della bottiglia vuota. A questo scopo sono state implementate e valorizzate tutte le scelte che contribuiscono alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, come l’utilizzo di energie rinnovabili, attraverso l’allestimento d’impianti fotovoltaici, il riciclo dei materiali d’imballaggio e l’utilizzo di vetro più leggero per le bottiglie.
Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con I.C.Studio Srl – Scuola Emas Ecolabel Toscana.
Sempre in quest’ottica rientra anche l’adesione della Cantina al progetto VIVA Sustainable Wine, sempre del Ministero dell’Ambiente, che valorizza la sostenibilità ambientale della produzione di vino riferita a quattro elementi essenziali: aria, acqua, vigneto e territorio.
Queste iniziative a favore della sostenibilità ambientale si affiancano alle azioni di sostenibilità sociale che da sempre la cantina porta avanti, attraverso la salvaguardia del territorio, delle sue tradizioni, attraverso investimenti e innovazioni che mirano a valore e prodotti di qualità, coinvolgendo il territorio e le persone che ne fanno parte, a partire, ovviamente dai soci e dalle loro famiglie.

 

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK