Ordine dei Medici di Grosseto: il saluto a Lorenzo

Una poesia per ricordare Lorenzo Groccia, tragicamente scomparso nella serata di sabato

| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

GROSSETO - Un bambino di un collega e un'infermiera ha lasciato questa terra. Possiamo solo pregare , donare fiori e poche parole.

 

A Lorenzo

Apri la porta

Si nasce e si muore con dolore
In mezzo molte o poche ore
   La morte però di un figlio
   Carne lacerata da un artiglio !
Di una madre e un padre un dono d’amore
A cui la vita ora trafigge il cuore !
     La mente davanti a questa morte vacilla
    I pensieri una marea,un vento che strilla
Ti prego apri quella serrata e nera porta
Sapro’ che c’e’ una luce,in questa vita storta !
     Non ti avrò più a dormire nel mio giaciglio
     Ma in quel tempo passato ti avrò sempre figlio.
Abitano ora Amore e Dolore insieme
Fiori appassiti e nati dallo stesso seme !

 

L'Ordine dei Medici

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK