Valentina Culicchi su accesso al credito: "Agevolarlo per dare ossigeno alle famiglie"

"Necessario un fondo in Regione per l'acquisto della prima casa"

| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO - "In un momento di cosi grave crisi economica, con la liquidità e il potere di spesa di imprese e famiglie che solo adesso vede piccoli segnali di ripresa, le banche debbono svolgere assolutamente un ruolo da protagoniste nel dare fiato ai cittadini, rendendo più semplice l’accesso al credito e utilizzando al meglio gli strumenti che la politica offre e dovrà offrire». Da questo concetto parte la riflessione di Valentina Culicchi, capolista e candidata del Pd al consiglio regionale.


«Sicuramente in questa particolare congettura si richiede una maggiore attenzione soprattutto alle banche locali, in quanto maggior espressione del nostro territorio e in grado di avere una più profonda conoscenza delle persone delle loro storie e delle loro iniziative – aggiunge Valentina Culicchi -. Gli istituti di credito, infatti, devono essere coinvolti maggiormente nella possibilità di creare impresa e quindi lavoro».

«In questo ambito deve svolgere un ruolo fondamentale Fidi Toscana. Imprese e banche, infatti possono e devono essere avvicinate da Fidi Toscana che deve ancor di più svolgere il suo ruolo di garante sul credito, specialmente su quello delle piccole e medie imprese – prosegue la candidata del Pd -. Per far ciò è importante che i nuovi e vecchi imprenditori, abbiano la possibilità di raggiungere ancora più facilmente Fidi Toscana. La capillarità attivata è sicuramente importante e lo sarebbe ancora di più se pubblicizzata nelle stesse banche, perché molti richiedenti credito non conoscono le possibilità di avvalersi delle loro agevolazioni e garanzie».

«Altro elemento importante è l’acquisto della prima casa, ad oggi molti giovani, anche magari con contratti a tempo indeterminato, ma neo-assunti, hanno difficoltà ad accedere ai finanziamenti. Per questo mi batterò perché la Regione Toscana istituisca un fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani sotto i 40 anni. Tale garanzia andrebbe ad integrare il fondo fruibile a tutti i cittadini già attuato dal governo ed operativo dal 2016 – conclude Valentina Culicchi -. Agevolare il credito oggi non è solo importante, ma necessario. Necessario per dare ossigeno alle famiglie, per dare spinta all’economia per creare nuovi posti di lavoro e per sfruttare tassi d’interesse ad oggi veramente vantaggiosi. E’ quindi fondamentale che istituzioni, cittadini e istituti di credito, collaborino ancor di più per uscire dalla crisi".

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK