Cap58100, piazza della Palma al centro del dibattito del Cantiere d'arte pubblica

Giovedì 25 gennaio il laboratorio a Clarisse Arte, venerdì 26 gennaio l'incontro al White Cafè

| di Davide Lesti
| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO - Secondo appuntamento con Cap58100, il Cantiere d’arte pubblica promosso da Clarisse Arte. Il progetto di partecipazione di Fondazione Grosseto Cultura, in collaborazione con il quotidiano Il Tirreno e il sostegno del centro commerciale Aurelia Antica, fa tappa in piazza della Palma (piazza Pacciardi dal 1998): l’iniziativa ha come finalità quella di “reinventare insieme i luoghi dell’incontro” attraverso una serie di laboratori in programma il giovedì a Clarisse Arte e il venerdì, con un appuntamento aperto a tutti, in un bar della piazza al centro del dibattito. Un’iniziativa inclusiva che vuole mettere al centro i grossetani per ridare lustro a luoghi a volte dimenticati o non valorizzati. Giovedì 25 e venerdì 26 gennaio il dibattito riguarderà piazza della Palma. Lì è nata Grosseto: studi recenti hanno individuato proprio in quel luogo il primo villaggio risalente al VII-VIII secolo che poi ha dato vita al capoluogo maremmano. Una posizione rialzata rispetto al mare che dava alla zona un vantaggio rispetto agli attacchi che potevano arrivare dai nemici. Lì fino all’Ottocento c’erano la chiesa di San Leonardo, poi demolita e ricostruita con il nome di chiesa della Misericordia, e il pozzo omonimo, ricoperto negli stessi anni. E in quella zona hanno ancora oggi sede le carceri cittadine. All’incontro di giovedì 25 gennaio, in programma alle 17.30 nella sala conferenze di Clarisse Arte in via Vinzaglio 27, parteciperanno professionisti che racconteranno la storia di piazza della Palma: l’archeologo Carlo Citter (responsabile degli scavi che hanno riportato alla luce reperti dell’antico villaggio) e gli architetti Stefano Sagina (autore di un progetto per la riqualificazione dell’area) e Renzo Gentili (figlio del pittore Carlo Gentili, che proprio in piazza della Palma aveva la sua bottega d’arte). Proprio a Carlo Gentili nel 2012 la città ha dedicato la strada che collega lo spazio alla vicina piazza dei Martiri d’Istia, e in occasione dell’incontro a Clarisse Arte sarà esposto un quadro del pittore grossetano che rappresenta piazza della Palma. Porteranno il loro contributo al laboratorio di giovedì anche l’ex direttrice dell’Archivio di Stato Maddalena Corti e le rappresentanti di Fondazione Under 30 Elena Dini e Camilla Felicioni. L’appuntamento sarà anticipato alle 16.30 dalla visita al museo Lab (sempre in via Vinzaglio 27) organizzata dall’Università di Grosseto. Venerdì 26 gennaio alle 11 invece l’appuntamento si sposterà al White Café in piazza della Palma: l’invito a partecipare è rivolto a tutti i grossetani che  vogliano dire la loro sul futuro o sul passato di quel luogo storico della città. Ad ascoltarli ci saranno come sempre i giornalisti del quotidiano Il Tirreno, che raccoglieranno testimonianze e proposte per poi raccontarle nei giorni seguenti sulle pagine della testata. 

Davide Lesti

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK