Rispetto dell'ambiente, occupazione e prodotti "top": viaggio nel miracolo Sfera Waterfood

Una serra Hi Tech in grado di rivoluzionare il mondo dell'agricoltura

| di Davide Lesti
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

GAVORRANO - Da un’idea ad un progetto, da un sogno a realtà: una serra in grado di rivoluzionare le dinamiche legate all’agricoltura, un nuovo modo di interpretare le coltivazioni strizzando l’occhio all’ambiente. Luigi Galimberti, ideatore e Amministratore Delegato del prodigio “Sfera Waterfood”, ha aperto le porte del suo “regno” al nostro quotidiano on line.

Nel comune di Gavorrano infatti, l’imponente struttura di Sfera riesce a conquistare gli ospiti al primo impatto: le strutture, spettacolari e tutte interamente compatibili in tema di Green Economy, riescono ad offrire al territorio maremmano un centinaio di posti di lavoro riuscendo a portare sul mercato straordinari prodotti. Questa mattina, accompagnati dalla responsabile della Comunicazione di Sfera Chiara Cichero, abbiamo ammirato dall’interno le splendide coltivazioni e il funzionamento dei processi aziendali.  Nella serra idroponica più grande d’Italia, dedicata alla coltivazione “fuori suolo” di ortaggi e erbe aromatiche, abbiamo ammirato il metodo con cui vengono sfruttate le acque piovane, in maniera da utilizzare fino al 90% in meno di acqua rispetto alla coltivazione a terra. Il tutto con una rendita decisamente superiore alla metodologia tradizionale: la serra, infatti, utilizza la tecnologia idroponica per assicurare prodotti di qualità costante quasi tutto l’anno e contemporaneamente a basso impatto ambientale. Fondamentale anche lo sfruttamento del cippato, in grado di garantire un’altra forma di energia pulita.

Attualmente, il prodotto di punta di Sfera è rappresentato dal “datterino”: un pomodorino a dir poco invitante, distribuito nei più grandi supermercati toscani ed a breve in gran parte dell’Italia. Una prelibatezza in grado di impreziosire anche i piatti di numerosi ristoranti della Maremma.

Sfera, oltre al territorio maremmano, sta riscuotendo uno strepitoso successo sia sul panorama nazionale che su quello internazionale: i prossimi mesi, oltre a risultare decisivi per l’ampliamento della struttura situata nel comune di Gavorrano, potrebbero aprire nuovi scenari in tema di espansione del progetto in nuove zone. Al momento, per tutta la provincia di Grosseto, questo splendida attività rappresenta il fiore all’occhiello in tema di innovazione, creazione di posti di lavoro e produzione di materie prime di qualità elevatissima.

Davide Lesti

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK