Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come scegliere il piatto doccia, i consigli di CeramicStore

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Hai scelto di installare il nuovo piatto doccia in casa. Magari volevi cambiare quello vecchio o semplicemente desideravi togliere la vasca per mettere il box doccia, più comodo e meno ingombrante. Ci sono alcune cose da tenere in considerazione. Vediamo punto dopo punto come scegliere il piatto doccia, seguendo alcuni suggerimenti di CeramicStore.eu.

1. Scegliete bene le dimensioni

Scegliete bene le dimensioni come prima cosa. Per farlo, dovete prima calcolare quanto spazio del bagno dedicargli e in che punto sono presenti già gli allacci. Se volete spostarla dovete tenere in considerazione i costi aggiuntivi. Il modello classico, quello più comune, è 70 x 90 centimetri.

2. Attenzione al tipo di porta

Potete scegliere il modello a battenti oppure quello scorrevole. Volendo c’è anche il walk-in. Scegliete in base alle dimensioni del bagno chiaramente ma anche al vostro gusto personale. Quelle a battenti sono di solito preferite da chi ha un po’ più di spazio, quelle scorrevoli da chi vuole risparmiarlo. Quello a soffietto resta per molti il più gettonato, specialmente se il box doccia è in una nicchia.

3. Valutate attentamente il modello del piatto doccia

A questo punto dovete dedicare una buona parte della vostra attezione a qual è il modello di piatto doccia che fa per voi. Valutate se acquistare uno in ceramica oppure se preferire uno in acrilico.  Come lo volete invece, rialzato oppure a filo del pavimento? Sono scelte che dovete prendere anche tenendo in considerazione il tipo di arredamento del bagno.

4. La forma del piatto doccia

Non è da sottovalutare di certo l’importanza della forma. Sia per un vostro gusto personale sia perché si adatta meglio alle forme del resto del bagno. Un piatto doccia da inserire all’interno di una nicchia dovrebbe assumere più o meno la forma della nicchia stessa, che sia quadrata o rettangolare. Se invece potete inserirla liberamente, allora può andar bene una forma circolare.

5. Qual è il materiale adatto

Il penultimo punto da considerare è il materiale. I più gettonati quando si parla di box doccia sono quelli in acrilico e i modelli in cristallo temperato. Qual è la differenza?

Il modello in acrilico possiede uno spessore orientativo tra i 2 e i 3 millimetri. Molte persone lo scelgono perché per esempio si adatta bene a ospitare vari tipi di disegni. Sono tra le altre cose più economici.

Quelli in vetro temperato invece sono un po’ più spessi e vanno dai 3 ai 5 millimetri. Possono essere trasparenti, satinati, stampati… sono più costosi visto che si parla pur sempre di un materiale molto più pregiato. Viene infatti sottoposto a un processo termico molto particolare. La struttura viene messa con delle pressioni che lo rendono poi più sicuro e resistente. Attualmente infatti è considerato il materiale più sicuro perché qualora debba rompersi, si rompe in piccoli frammenti non taglianti e senza le punte.

6. Le decorazioni

Per finire ci sono le decorazioni. Queste sottostanno unicamente al vostro stile e al vostro gusto personale. Chiaramente anche in base al tipo di arredamento che avete.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK