Controlli in città, scattano denunce e perquisizioni

I carabinieri hanno effettuato controlli in tutta la provincia di Grosseto

| Categoria: Cronaca
STAMPA
GROSSETO - Vasta operazione per la repressione dei reati in genere con particolare riferimento a quelli contro il patrimonio condotta dai carabinieri del comando provinciale di grosseto.
A Grosseto nel corso della serata e della notte, 25 carabinieri hanno perlustrato in auto e a piedi tutte le vie del centro storico, effettuando numerosi posti di controllo non solo nelle vie di accesso di Grosseto ma anche nelle arterie principali, concentrando l’attenzione sulle zone considerate più a rischio. In particolare sono state passate al setaccio le strade del centro e i vari tratti della via Aurelia, via Mameli e piazza Marconi, via Castiglionese e via Giusti, via della Pace, via Inghilterra e piazza Barsanti, oltre le frazioni di Roselle e Istia.                            
Sono state controllate 116 persone, tra cui 42 stranieri sul conto dei quali è stata verificata la provenienza e i documenti relativi al soggiorno, e 82 veicoli.
Nel corso delle attività sono state effettuate 8 perquisizioni sul conto di soggetti con atteggiamento sospetto e con a carico precedenti di polizia.
Numerosi i controlli sui soggetti con provvedimenti restrittivi giudiziari a carico (arresti domiciliari e permanenza in casa)  e di prevenzione di polizia (sorveglianza speciale);
A Roccalbegna i militari della locale stazione denunciavano a piede libero per furto in abitazione in concorso 4 persone, 1 italiano  B.M., pregiudicato 26enne e 3 romeni senza fissa dimora, B.G. 26enne; S.M. 40enne e O.C. 44enne. I predetti, approfittando dell’assenza dell’anziana proprietaria, si erano introdotti nell’abitazione e avevano asportato alcuni monili in oro del valore di circa 1500 euro;
A Follonica i militari del n.o.r.m. della compagnia di Massa Marittima denunciavano in stato di libertà T.C. 45enne di gavorrano gravato da precedenti penali,  per guida in stato ebbrezza alcolica e per minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale predetto alla guida della propria autovettura invadeva opposta corsia marcia e, alla vista dei militari, si dava a precipitosa fuga. fermato dopo breve inseguimento, il medesimo, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta ad abuso sostanze alcooliche, offendeva e minacciava militari operanti.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK