RPA-Donati, proposta choc: "Le Mura devono esser chiuse immediatamente"

"Troppi gli atti vandalici a cui stiamo assistendo"

| Categoria: Gusto
STAMPA
2013

GROSSETO - “Le Mura di Grosseto vanno chiuse senza se e senza ma. Basta continuare solo a lamentarsi per i danni che l'amministrazione deve sopportare a causa degli atti vandalici che vedono protagoniste le Mura della nostra città, inutile stupirsi e fare appello a un senso di civiltà che evidentemente non c’è”  Sono le parole del Presidente del Raggruppamento Politico Autonomo Francesco Donati in merito ai commenti  relativi agli atti criminali avvenuti sulle Mura nei giorni scorsi.

 

“ Questa città, purtroppo,  sarà ricordata come la città del lamento anziché la città delle idee e dell’intraprendenza.  Il lamento sul mancato sviluppo-elenca il Presidente- il lamento sulla non tutela ambientale, il lamento sui mancati controlli del territorio, il lamento sulla mancata attenzione ai problemi della sanità, il lamento sulla sicurezza e sul degrado urbano, il lamento sul mancato senso civico. Sarebbe il momento di invertire la rotta e, lasciati gli interessi di parte e demagogici, di fare qualche cosa in fretta. Andiamo verso le amministrative sfruttando stupidamente gli aspetti “emotivi” dell’elettore-continua Donati - senza mai proporre una soluzione se non quella che di fatto è  una normale gestione amministrativa.

 

Stupisce lo stupore con il quale si registra  l'ennesimo assalto ad un bene della città che dovrebbe essere tutelato, ma dov’era l’attenzione in quel lasso di tempo che ha consentito alle Mura Medicee di trasformarsi in spazio per teppisti, ubriachi,  vandali e  giovani adolescenti che durante la notte, per noia, si divertono a distruggere tutto il possibile? Va innanzitutto verificato se questi giovani nottetempo sono scappati dalla finestra di casa o sono lì con il visto sul passaporto familiare e poi  il problema non ha una difficile soluzione, gli unici a non volerne prendere atto sono  “i soliti noti".

 

Le Mura vanno chiuse, altrimenti è inutile piangere  sui costi che il Comune deve  sopportare, cosi com’è inutile ipotizzare possibili progetti. E' un bene-conclude Donati-che va protetto con un efficace sistema di sicurezza e questo per la sua stessa tutela ma anche per la protezione dei cittadini che ne vogliono godere la bellezza e la funzionalità. Bellezza e funzionalità che va completata con il ripristino delle cancellate ottocentesche che ne arricchirebbero l'eleganza architettonica. Altro che spendere soldi in ridicole  piste ciclabili, che passeranno agli annali come le strade nel deserto!”

 

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK