Sabatini, Sel: "Piano paesaggio, in corso un mercantaggio elettorale senza precedenti"

"Il Pd contraddice se stesso"

| Categoria: Politica
STAMPA

GROSSETO - "Come accaduto già in passato, la nostra Regione si rivela all'avanguardia. Prendiamo atto del salto di qualità compiuto dal Patto del Nazareno e della nascita del Partito Unico del Cemento, suggellato dall'ennesimo stravolgimento targato PD-Forza Italia al Piano Paesaggistico che adesso, oltre alle cave, permette di intervenire sulle dune e su molto altro distruggendo zone di grande pregio naturale e paesaggistico, in ogni angolo della Toscana".

Lo afferma Marco Sabatini, coordinatore provinciale di SEL Grosseto e membro della segreteria regionale di SEL.

"Non troppo tempo fa, da vicepresidente della Provincia di Grosseto, ho licenziato insieme al PD un Piano Territoriale di Coordinamento che tutelava il territorio che aveva l'obiettivo di ridurre il consumo di suolo, evitando, ad esempio, i processi di saldatura dell'urbanizzato - spiega Sabatini - Oggi, nel Piano Paesaggistico, il PD preferisce contraddire se stesso e andare a braccetto con la destra, altrimenti non si capirebbe come possa aver accettato di sostituire la parola 'evitare' con un più malleabile 'limitare' davanti all'ulteriore 'consumo di suolo e i processi di saldatura dell'urbanizzato in ambito costiero e sub-costiero, salvaguardando i principali varchi inedificati tra le aree urbanizzate e lungo gli assi infrastrutturali ed evitando o contenendo la frammentazione delle aree agricole a opera di infrastrutture e urbanizzazioni'".

"Le dune, in particolar modo - dice ancora Sabatini - oltre a essere un elemento di grande valore naturale e paesaggistico rappresentano una difesa fondamentale dal cuneo salino, a protezione delle falde e delle coltivazioni dell'interno. Siamo davanti ad un mercanteggio elettorale senza precedenti, ma non è sulla base del consenso, bensì secondo una visione di lungo periodo che si dovrebbe lavorare alla pianificazione territoriale. Pezzo dopo pezzo, PD e destre stanno distruggendo un atto importante come il Piano Paesaggistico, aprendo la via alla cementificazione indiscriminata del nostro territorio. Su questo punto, come purtroppo su molto altro, a cominciare dalla Tirrenica, sono sempre di più i punti di contatto tra PD, Ncd e Forza Italia. A Renzi, dalla Toscana, lanciamo quindi una modesta proposta, quella di fondare un unico partito così da porre fine all'inganno ai danni degli elettori".

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK