Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sconfitta per la Solari e Tecnologie Ambientali nello scontro con l'Olimpic Massa Marittima

Sconfitta per 38 a 34 in un derby di tutto rispetto dal punto di vista tecnico e del fair play

Condividi su:

GROSSETO - Sconfitta la Solari e Tecnologie Ambientali dall'Olimpic Massa Marittima per 38 a 34. La partita è stata molto bella e corretta: un derby di tutto rispetto sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista del fair play. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto. Nella prima frazione l'Olimpic ha dominato la Solari con una difesa arcigna e ripartenze veloci. I grossetani sono stati sorpresi dalla velocità dei metalliferi. Il primo tempo si chiudeva a favore degli ospiti con 9 goal di differenza. Il cambio tattico difensivo dei maremmani e gli errori di troppa precipitazione dei Massetani faceva sì che la distanza del punteggio si riducesse a 10' dalla fine di sole due lunghezze. Proprio quando la Solari e Tecnologie Ambientali incominciava veramente a credere nel pareggio, due clamorose sviste arbitrali a svafore non hanno permesso ai padroni di casa di pareggiare.

La partita, che sembrava compromessa per la Solari nel primo tempo, si era aperta a tutti i risultati. Comunque un grosso merito è stato dell'Olimpic di non perdere la testa e di rimanere lucido di fronte alla rabbiosa reazione dei maremmani che hanno avuto la colpa di essere partiti sottotono nella prima frazione di gara. Negli ultimo minuti gli ospiti ormai a risultato acquisito siglavano altri 2 goal, che determinavano il risultato finale con 4 lunghezze di distanza.

Alla fine della partita è stata molto significativa la sportività di entrambe le tifoserie, accorse numerose al match, che hanno applaudito insieme le due squadre protagoniste.

Martedi 9 dicembre La Solari e Tecnologie Ambientali sarà protagonista ad Arezzo nel turno infrasettimanale: la partita non si presenta facile ed ancora una volta i Grossetani sono chiamati ad un esame importante per rimanere attaccati alle prime posizioni.

Condividi su:

Seguici su Facebook