Inceneritore di Scarlino, Sani: «Prima pensare alla tutela dei lavoratori, poi analizzare le motivazioni del Consiglio di stato»

L'intervento dell'Onorevole Luca Sani

| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

SCARLINO - «Aldilà di quel che ciascuno di noi pensa sulle forme di riciclo e smaltimento dei rifiuti, e su come la proprietà ha gestito questa annosa e tormentata vicenda – sottolinea l'On Luca Sani - il blocco dell'inceneritore di Scarlino Energia pone in primo luogo la questione della tutela dei lavoratori, e subito dopo di come gestire il ciclo dei rifiuti tenendo insieme qualità, sostenibilità economica e sicurezza ambientale del servizio.

A quanto si apprende le motivazioni espresse dal Consiglio di Stato sono pesanti e occorrerà capire se saranno risolvibili solo attraverso un nuovo percorso di carattere amministrativo o se occorrerà entrare nel merito delle tecnologie fin qui individuate».

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK