Denaro alle imprese per far ripartire l’economia, Basilea 3 e Rating bancario

Maqer e il rating bancario: ecco tutto quello che c'è da sapere

| di Andrea Garosi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Basilea è una cittadina della Svizzera dove dal 1930 si riunisce la Banca dei regolamenti internazionali, con lo scopo di aiutare e coordinare le banche centrali per stabilizzare la moneta e la finanza globale.

Proprio la BIS è l’organo supremo che traccia le regole internazionali che muovono il denaro, il suo utilizzo allo scopo di limitare di esporre il sistema finanziario, economico e sociale a speculazioni o semplicemente evitare quello che è successo negli ultimi anni.
La crisi attuale ha offerto l’opportunità di verificare la fragilità del sistema, che appunto le regole di Basile a più riprese hanno cercato di tracciare, evidenziare e anticipare.
Mentre le indicazioni degli accordi di “Basilea”  e di “Basilea 2” hanno fatto poca presa, in quanto applicate dagli stessi istituti con ritardo e con superficialità, gli ultimi di “Basilea 3” sono e saranno applicati da tutti gli istituti e vigeranno per i prossimi anni.

Quanto paventato alle riunioni di Basilea, non è più opinabile o discutibile, la crisi attuale ha messo in luce tutta la fragilità e limiti di un sistema a tratti vecchio, sorretto nelle infrastrutture dalle Best Avaible Tecnology, internet e applicazioni, ma vecchio e inadeguato nella testa e nelle regole.
Sono in atto profonde riforme, al sistema ad opera di tutti i governi, vedi anche le ultime in materia di governance.
Le regole scritte ed emanate, non sono solo una questione astratta. Non rappresentano solo una convenienza per le banche: ovvero disegnate per stabilizzare il mondo finanziario ed imporre agli attori regole rigide su capitalizzazione, gestione del rischio, liquidità e redditività.
Un sistema meno stringente, come chiedono le aziende che valutasse soggettivamente le stesse tenendo conto di amicizie, rapporti parentali e di simpatia non è auspicabile o migliorativo, in quanto ha prodotto la crisi attuale, che ha decimato migliaia di aziende.
Contemporaneamente allo stringere delle regole del gioco, assistiamo alle iniziative della BCE di stabilizzare gli Stati membri acquistandone i titoli emessi al fine di equilibrarne le sorti, danaro stanziato per le imprese e altre manovre tese al rilancio dei consumi interni e degli investimenti.
Allora perché l’economia non riparte ? Perché le aziende non accedono al credito ? Quali sono le nuove regole ? C’è una soluzione allo stallo attuale ?
Si la soluzione c’è, non è una pillola che va ingoiata, ma un cambiamento di atteggiamento dell’impresa verso il suo business, verso se stessa.
Aziende come Maqer  hanno sviluppato soluzioni per fare la simulazione del rating bancario, offrendo all’imprenditore la possibilità non solo di sapere, ma capire quali sono i drive aziendali che determinano il suo rating bancario. La conoscenza, delle logiche e dinamiche che sottendono al complesso algoritmo che sta alla base del software di calcolo di Basilea 3 è replicato per generare una simulazione.
Con le nuove regole di Basile cogenti, le aziende oggi si presentano al cancelletto di partenza, a dir poco impreparate, sia perché la crisi ha devastato i conti aziendali, sia perché nella loro migliore rappresentazione, il bilancio d’esercizio è sempre e solo stato inteso come documento che deve essere redatto al solo scopo fiscale. Il report del rating è utile per prendere consapevolezza di come il bilancio non sia più solo strumento fiscale, ma la giusta rappresentazione di valori aziendali. Per tanto con lo strumento di simulazione, capire dove e come agire per meglio rappresentare l’azienda non è più un gioco da prestigiatori, e maghi, ma una scienza esatta e matematica, a dir poco anche un nuovo mestiere.
Il bilancio infatti dovrà essere il cruscotto dell’impresa, uno mezzo utile per l’imprenditore per sapere dove andare e se si può andare. La consulenza offerta dalle aziende come Maqer che fanno rating bancario è tesa alla crescita aziendale, come consapevolezza dell’imprenditore e del suo managemet. Oggi tutti sappiamo che, anche le aziende che hanno accesso al credito, pagano il danaro in funzione del proprio rating. Quindi simularlo, con gli giusti strumenti e consulenze  al fine di migliorarlo, può determinare un risparmio sugli interessi bancari pagati.
Solo le imprese che sapranno dominare la materia finanziaria, oltre che i mercati potranno ambire a competere sui mercati nel prossimo futuro, quindi ci troveremo ancora da queste colonne per approfondire la materia, in tanto per maggio informazioni visita il sito www.maqer.it

Andrea Garosi

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK