Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'“Educazione ambientale da indossare” torna a Marina di Grosseto

Questa mattina un incontro con gli alunni della quinta elementare di Marina

Condividi su:

GROSSETO - L'“Educazione ambientale da indossare” è tornata sui banchi di scuola per incontrare gli alunni di Marina di Grosseto.

Questa mattina, infatti, l'assessore Giancarlo Tei ha fatto visita alla quinta elementare per parlare della corretta differenziazione dei rifiuti, così come previsto dal progetto promosso dal Comune e rivolto ai ragazzi dell'ultimo anno della scuola primaria.
Agli alunni sono stati consegnati una maglietta con lo slogan “Io rifiuto i mostri. E faccio la differenza” e un libretto dal titolo “Come ti butto. Il bon ton della raccolta differenziata”, realizzati grazie al contributo dello sponsor Ecolat srl.
Come si differenziano i rifiuti nelle proprie abitazioni, le modalità per differenziare gli ingombranti e piccoli accorgimenti per avere cura dell'ambiente e dei centri abitati. Questi alcuni degli argomenti trattati in classe. L'assessore Tei si è inoltre soffermato sul progetto del santuario Pelagos, del quale il Comune di Grosseto è uno dei partner.
L'“Educazione ambientale da indossare” prosegue nel suo percorso di sensibilizzazione anche con l'installazione di alcune compostiere nelle scuole interessate dal progetto. Oltre a Marina le strutture per la realizzazione di compost sono state sistemate nelle scuole elementari di via Monte Bianco, via Rovetta, via De Amicis; e ancora a Roselle, Braccagni e Istia d'Ombrone.

Condividi su:

Seguici su Facebook