Premio Mercurio 50&Più Toscana 2015: premiati 54 imprenditori del commercio, turismo e servizi nelle province toscane

L'elenco degli imprenditori premiati

| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO - Nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, 54 Maestri del Commercio provenienti da tutte le province toscane hanno ricevuto il Premio Mercurio, l’onorificenza di carattere regionale assegnata da 50&Più e Confcommercio Toscana a chi ha dedicato l’intera vita al commercio, al turismo, ai servizi.

“Mercurio nella mitologia greca e latina è il dio della comunicazione e dello scambio di merci – ha spiegato il presidente regionale 50&Più Toscana Antonio Fanucchi - Fare impresa nei nostri settori può dare molte soddisfazioni ma richiede grandi sacrifici e grande coraggio, ed è questo che oggi noi ci troviamo a premiare. Sono donne e uomini che hanno investito e rischiato in prima persona, che hanno resistito nelle avversità, che hanno contribuito al benessere e allo sviluppo dei nostri territori”.
Negozianti tradizionali, macellai, alimentaristi, gestori di hotel, imprenditori dei servizi di tutte le province toscane hanno ricevuto il premio alla presenza dei vertici nazionali 50&Più, della dirigenza regionale e nazionale Confcommercio e delle autorità regionali e cittadine.
Tra loro, hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento anche 5 commercianti “storici” grossetani: Eraldo Menchetti, Giuliano Menchetti, Arnaldo Bianchi, Agostino Ringressi e Alvo Sbrulli.
Durante la cerimonia, Renato Borghi, presidente nazionale 50&Più, il cui intervento è stato introdotto dal saluto del Segretario Generale Gabriele Sampaolo, ha sottolineato quanto i sentimenti e la passione siano essenziali anche nelle attività economiche e la necessità di non rinunciare alla nostra storia, ai nostri valori, ai nostri ideali. Presenti anche Franco Marinoni, direttore generale Confcommercio Toscana,  Anna Lapini, presidente regionale Confcommercio ed il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.
Soddisfazione è stata espressa dal presidente della 50&Più di Grosseto Alfio Franco Baraldi. A conclusione della giornata, ha commentato:“E' stata una cerimonia meravigliosa in una location straordinaria come il Salone de' Cinquecento. Sono commosso, ho visto nonni a ritirare il premio con i nipoti, famiglie che da tre generazioni portano avanti la loro attività, gente che è da 50 anni che lavora con impegno, magari senza prendere un giorno di ferie. Queste persone sono la struttura portante della nostra categoria e mi auguro che siano un esempio per le nuove generazioni, che devono andare avanti superando le difficoltà e la burocrazia che esistono oggi. La 50 &  Più di Grosseto cerca di dare un supporto a tutti questi lavoratori”.

Ecco chi sono gli imprenditori premiati “Mercurio” della provincia di Grosseto

Arnaldo Bianchi
La passione per il mestiere di fornaio risale  al periodo del passaggio del fronte nel suo paese Torniella. L’enorme movimento di persone nella bottega, la lavorazione del pane e il numero di soldati in uniforme lo affascinò talmente da farlo decidere che da grande avrebbe fatto il soldato o il fornaio. Così è diventato titolare del negozio di generi alimentari e forno a legna, gestito dalla famiglia da tre generazioni. La  bottega è stata anche un punto d’incontro ed ha mantenuto nel tempo quella funzione sociale e di aggregazione che oggi non c’è più. L’attività viene chiusa il 31/12/2013.

Alvo Sbrulli
Alvo nato a Scansano nel 1932 è l’ultima generazione della famiglia Sbrulli che da oltre 150 anni gestisce “L’Appalto” di Poggioferro. Dal 1927 la famiglia Sbrulli si trasferì nella nuova sede in via Amiatina, dove ancora oggi Alvo e la moglie Adria alla veneranda età di oltre 80 anni continuano l’attività. L’Appalto, il “generi alimentari” e anche una cucina casalinga sono stati punto di riferimento nella località. Alvo per oltre 30 anni ha anche svolto l’attività di ambulante.

Eraldo Menchetti e Giuliano Menchetti
Nel 1950 Roberto Menchetti insieme al figlio  Eraldo, inizia l’attività di artigiano delle calzature a Grosseto, producendo stivali, sandali scarponcini. Nel 1952 rileva un negozio di calzature posto in Corso Carducci 65, creando la sua prima ditta commerciale “La Rinascente” e consentì a Roberto di inserire anche il figlio Giuliano. Nel 1962 con le mogli decisero di aprire un nuovo negozio “Calzoleria F.lli Menchetti” al quale collabora anche la figlia. Dopo 47 anni, l’attività viene chiusa nel 2009.

Agostino Ringressi
Nel 1962 inizia l’attività in Grosseto per la Società Aica – Acam che allora era concessionaria Opel per Livorno e Grosseto. Nel 1966 sceglie  di mettersi in proprio vendendo auto usate e nuove. Dopo alcuni anni diventa concessionario delle vetture Fiat Giannini con allestimenti installati dalla Giannini che le rendeva uniche e speciali, in seguito di altri due marchi, i fuori strada Aro Ischia e vetture Hyundai. Attualmente dopo 52 anni è ancora venditore plurimarche di veicoli nuovi e usati.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK