Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Grosseto: al Cassero le Artiterapie a convegno

Sabato 16 maggio alle Casette cinquecentesche. Ad organizzare il Comune di Grosseto insieme al CoeSo e all'associazione Escargot

Condividi su:

GROSSETO - Un convegno sulle Artiterapie alle Casette Cinquecentesche nel Cassero. Sabato 16 maggio c'è l'iniziativa organizzata dal Comune di Grosseto (attraverso gli assessorati alla Cultura e alle Politiche sociali) insieme al CoeSo e l'associazione culturale “Escargot”. Il patrocinio è arrivato anche da varie altre realtà: l'associazione culturale “Le stanze del sé”, le scuole di formazione “Art Therapy” e “MusicSpace Italy” e le associazioni professionali di artiterapie “ApiArt”, “Apid” e “AIM”.

Si comincerà alle 9.30 con i saluti istituzionali, a cui seguiranno le relazioni con artiterapeute riconosciute a livello nazionale e internazionale, quindi una Tavola rotonda offrirà un momento di incontro e dialogo tra rappresentanti di istituzioni e associazioni, workshop esperienziali di Arte Terapia, Danza Movimento Terapia e Musicoterapia. Infine è previsto un racconto fotografico dell’intero percorso e un incontro musicale con i ragazzi di ARACNEORKESTRA.
Il convegno rappresenta l’evento conclusivo del PROGETTO ARACNE 2014/2015 che ha visto riuniti i ragazzi e le famiglie dell’Associazione Persone Down e Tuttiateatro Onlus, impegnati in percorsi di Arte terapia, Danza Movimento Terapia e Musicoterapia. Tale progetto è stato promosso dal Comune di Grosseto ed organizzato dall’Associazione Escargot, e anche per quest’anno ha visto la realizzazione di una sezione dedicata alle Artiterapie, coinvolgendo tanti ragazzi diversamente abili e non, e i loro genitori, in un percorso che li ha portati a lavorare su loro stessi e sulla loro capacità di comunicazione oltre quella verbale, passando per lo sguardo, il movimento della danza, l'arte e la musica.
Ciò che è emerso nel corso del progetto è il bisogno di ognuno di noi di essere visto e riconosciuto per esistere. E' stata privilegiata la possibilità per ogni partecipante di potersi concedere uno nuovo sguardo su di Sé e quindi sul mondo. Questo è il motivo per cui il convegno di sabato è dedicato al tema dello sguardo e alla necessità di sospendere il proprio giudizio annullando la distanza che ci separa, per accogliere con stupore la diversità dell’Altro e scoprirne così la ricchezza.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 3336621213 e l'indirizzo di posta elettronica: lestanzedelse@gmail.com.

Condividi su:

Seguici su Facebook