Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Città sicura

Vivere la città

Condividi su:

 

Passeggiando, passeggiando.
Passeggiando lungo le strade delle nostre città, a chi non è capitato di imbattersi in simpatici
pedoni che serenamente dopo aver pagato la tassa di proprietà (il caro e vecchio bollo)
utilizzano le strade, dedicate prevalentemente ai veicoli, come unico strumento per vivere la città.
Si vivere la città spostandosi ignorando letteralmente, ed oserei anche deliberatamente, i marciapiedi che poverini sono li, proprio per definizione ad accogliere il loro incedere.
Incedere a volte poco sicuro, e quindi degno di una maggiore considerazione di quella ottenibile in strada.
I marciapiedi si riunirebbero in associazione, se solo potessero, per vedere tutelata la loro posizione e funzione sociale: quante volte da bambino ho avuto modo di assaporare il gusto un po’ dolce amaro dell’asfalto e quanti ricordi legati alle coccole della mamma dopo la caduta.
Adesso, mi chiedo, e vi chiedo con quale logica, seguendo chissà quale principio vengono snobbati i nostri cari marciapiedi a vantaggio della strada che sicuramente più affascinante, ma estremamente pericolosa.
Vivere in una città a dimensione umana rappresenta un traguardo sociale notevole ed auspicabile ma iniziare rispettando, per quanto più è possibile le regole, le normali attitudini degli strumenti sarebbe augurabile.
Quindi parlo ai miei cari concittadini, sforziamoci, iniziamo a rendere la nostra vita in città un pochino più sicura camminiamo sui marciapiedi e utilizziamo gli attraversamenti pedonali che sono li per noi, la mattina ci aspettano, aspettano i bambini mentre vanno a scuola, le donne e gli uomini che vanno alla conquista quotidiana della citta.
Facciamo noi stessi sicurezza, per rendere sicura la città nella viabilità.

Condividi su:

Seguici su Facebook