Rockin’1000, cinque musicisti maremmani al maxi-concerto

Allo stadio Mannuzzi di Cesena un’esibizione live da record con tanti big

| di Davide Lesti
| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO - Mille musicisti si sono dati appuntamento domenica 24 luglio allo stadio Mannuzzi di Cesena per Rockin’1000. E tra questi c’erano anche alcuni maremmani che sono stati selezionati per partecipare all'evento: Andrea Gozzi (chitarra), Irene Lorenzi (voce), Mario Poli Corsi (voce), Gianmarco Carlini (batteria) e Alessio dell’Esto (basso). I musicisti grossetani hanno vissuto un’esperienza magica, unica nel suo genere: si sono esibiti in uno stadio stracolmo di gente, hanno conosciuto big della musica nazionale e giovani musicisti alle prime armi in arrivo da tutto il mondo. Il tutto per il piacere di suonare insieme, dando vita a una mega-band da Guinness dei primati che ha ripercorso la storia del rock dagli anni ’50 ad oggi. “C’erano batterie, bassi, tastiere, archi, cornamuse, chitarre e cantanti – raccontano i rocker grossetani – e c’è stata una grande collaborazione tra artisti, fin dai piccoli dettagli. Ci siamo aiutati nel trasporto degli strumenti, nel montarli, nell’accordarli. Ci siamo confrontati e ci siamo scambiati i contatti. Perché la musica è collaborazione e non competizione, come spesso potrebbe trasparire invece dai talent in tv. C’è molto altro”. Tra i musicisti di fama internazionale c’erano Cesareo (chitarrista degli Elio e le storie tese), Federico Poggipollini (chitarrista di Ligabue) e Saturnino (bassista di Jovanotti), tutti diretti dal maestro Marco Sabiu. L’evento di domenica arriva dopo il successo planetario ottenuto nel 2015 da Rockin’1000, che ha visto protagonisti mille musicisti suonare all’unisono il brano “Learn To Fly” dei Foo Fighters con un video che ha ottenuto oltre 30 milioni di visualizzazioni su YouTube e un concerto epico degli stessi Foo Fighters a Cesena. E sempre Cesena è stata sede di un altro appuntamento da ricordare. Tra i brani in scaletta canzoni come Come together (The Beatles), Gold on the ceiling (The Black Keys), Blitzkrieg bop (Ramones), Rockin’ in the free world (Neil Young), Smells like teen spirit (Nirvana), Jumpin’ Jack Flash (The Rolling Stones), It’s a long way to the top (AC/DC), People have the power (Patti Smith), Song 2 (Blur), Born to be wild (Steppenwolf), Seven Nation Army (The White Stripes), Police on my back (The Clash), C’mon everybody (Eddie Cochran) e Bitter Sweet Symphony (The Verve). 

Davide Lesti

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK