Rabazzi (Cia Grosseto) – Non facciamo giri di parole: l’origine del grano nell’etichetta serve"

"Fondamentale per informare i consumatori e, non per confonderli"

| di Davide Lesti
| Categoria: Attualità
STAMPA

GROSSETO - “Leggo dalla stampa che alcuni grandi produttori di pasta hanno criticato il provvedimento attraverso il quale il Governo intende rendere obbligatoria nelle etichette della pasta, l’origine del grano affermando che servirebbe  solo a confondere le idee ai consumatori. Senza voler entrare in polemica con i produttori di pasta, piccoli o grandi che siano, come Cia però pensiamo che ogni informazione in più data ai consumatori sia un elemento per valutare meglio ciò che acquistano e soprattutto siamo convinti  che i consumatori sono  abbastanza intelligenti da non farsi confondere”.

Sono le parole del Vicepresidente della Cia Toscana e Presidente di Grosseto Enrico Rabazzi che interviene sulla presa di posizione della Barilla sul decreto che il Governo italiano ha inviato alla Commissione Europea che introduce l’obbligo per i produttori di pasta secca di indicare il paese di provenienza del grano sull’etichetta.

“È vero – continua Rabazzi - che di per sé l’origine del grano non è legata alla sua qualità ma se, come crediamo, i consumatori si fidano di più del grano di provenienza italiana un motivo ci sarà.Siamo infatti certi che, grazie anche alla nostra costante  comunicazione, il consumatore sia oramai consapevole del fatto che mentre l'utilizzo di alcune sostanze è tassativamente vietato nel nostro Paese in altri è consentito. Può non piacere ma forse questo è un elemento che al momento dell'acquisto fa optare al  100% per il Made in Italy..

 

“Siamo convinti – conclude Rabazzi – come il Ministro Martina, che questo provvedimento premierà i produttori che useranno grano italiano e questo contribuirà, speriamo, a far uscire il settore cerealicolo da una delle peggiori crisi degli ultimi decenni”.

Davide Lesti

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK