Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Giochi online 2020: le applicazioni inaspettate dell’intelligenza artificiale

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

È ormai passato qualche anno da quando un computer ha gabbato i migliori giocatori di poker al mondo, sconfiggendoli uno dopo l’altro, ma ancora si tratta di una performance che certo desta stupore e che fa comprendere perfettamente le potenzialità dell’intelligenza artificiale. Quello che era stato un esperimento, oggi è una realtà con cui ci si interfaccia quotidianamente, specialmente se parliamo di alcuni dei migliori casinò che si possano trovare sul web. Un esempio? Voglia Di Vincere casinò, che utilizza l’intelligenza artificiale per poter offrire un miglior livello di gioco ai propri clienti.

Quello che oggi gli utenti cercano e si aspettano dal mondo virtuale e dal digital è un’esperienza di gioco personalizzata che sappia dare loro non solo la possibilità pratica di giocare, ma che gli consenta di emozionarsi e divertirsi. Il casinò online, non è solo un gioco, insomma, ma un intrattenimento che fa compagnia come ogni altro sano divertimento. Sulle piattaforme di gioco, come quella citata, ogni dettaglio è curato meticolosamente e tale perfezione è il risultato di un alto livello tecnologico alle spalle di quanto si può vedere di fronte ai propri occhi.

Come l’AI personalizza la tua esperienza

L’intelligenza artificiale non consente solo di migliorare l’offerta in termini pratici al giocatore, ma permette di studiare le abitudini degli stessi, personalizzando così le promozioni proposte, le offerte e i bonus con l’obiettivo, ovviamente, di fidelizzare l’utente. Nulla di nuovo se pensiamo ai soliti negozi, bar a cui ci si rivolge in modo fisso ed assiduo, sorprendente se pensiamo che a coccolare il cliente non è altro che una software. L’AI è per le società di giochi un cavallo di Troia che permette di far breccia nel cuore dei propri clienti, lusingandoli e mettendo sul piatto loro offerto proprio quello che desidererebbero ricevere.

Nel mondo del mobile, dei social, delle tecnologie lo si fa, grazie a questa innovazione, in maniera anche semplice a partire da quello che fa e ricerca proprio l’utente. Tutto comincia dalla raccolta dei dati relativi all’internauta che vengono esaminati dal software che all’origine è stato programmato ed edotto proprio sul mondo dei giochi, sulle abitudini e le strategie di gioco.

La raccolta dei dati relativi agli utenti è legale?

Il monitoraggio delle ricerche, dei click, degli interessi degli utenti è del tutto legale perché sono essi stessi ad approvare questo genere di raccolta dati, anche in maniera personalizzata e capillare. È l’utente, infatti, che acconsente all’uso degli stessi dal momento che si aprono le finestre di richiesta di monitoraggio. È pur vero che lo fanno praticamente sempre in maniera inconsapevole, incosciente per certi versi, perché cliccano su Accetta, Ok, Prosegui senza tuttavia non leggere una sola parola dei Termini e delle Condizioni riportate.

Questo genere di operazione di per sé, quantomeno per quello che concerne il mondo dei giochi, non è affatto pericoloso o fuoriviante, essendo il tema leggero. Polemiche vi furono tuttavia quando questo genere di applicazioni dell’intelligenza artificiale vi furono in relazione alla campagna politica in USA. A scatenare lo scandalo in quel caso fu, oltre all’argomento ben più importante di un intrattenimento, il fatto che i dati furono passati (o rubati, che dir si voglia) da Facebook.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK