Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pane toscano: la Dop a un passo. E presto "bruschetta box" in Cina

Condividi su:

Sarà il futuro "pane Toscano Dop" una delle teste di ponte del made in Tuscany verso il mercato cinese. L'idea lanciata oggi a Expo Rurale durante una conferenza stampa del Consorzio del pane Dop da parte del direttore, Roberto Pardini, affiancato dal presidente Piero Capecchi, è quella di un "bruschetta box" da portare, all'estero, anche  in Cina, per aggredire con prodotti toscani il mercato dell'estremo oriente. Nel "Bruschetta box" sarà servito il futuro "pane toscano Dop", con olio di oliva extravergine toscano e con sale di Volterra.

Intanto si avvicina il traguardo per il raggiungimento della Dop per il pane toscano, dopo un cammino datato più di 10 anni. Il 14 agosto scorso è stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Ue il disciplinare del "Pane toscano Dop": da quella data devono passare 90 giorni, senza osservazioni, affinché la procedura si concluda. "Mancano ormai solo 60 giorni al traguardo – hanno ricordato stamani i panificatori riuniti nel Consorzio- poi il pane toscano Dop potrà partire alla conquista dei mercati, a partire da quello Toscano,  verso il mondo. Il pane toscano Dop infatti è un pane con virtù salutari: ha poco glutine, perché fatto con farine di grani antichi, ha la pasta acida e contiene il germe di grano, che è un potente antiossidante".

Anche l'assessore all'agricoltura della Regione, Gianni Salvadori, ha sottolineato questo aspetto e lanciato l'auspicio che il pane toscano Dop "possa presto contribuire a migliorare  la salute di tanti cittadini nel mondo". Salvadori infatti ha detto di  considerare il pane toscano Dop fra i cosidetti "alimenti funzionali", ossia quegli alimenti che per le loro proprietà acquistano una valenza "nutriceutica" (ciè fanno bene alla salute). "Spero – ha detto Salvadori – che il nostro pane si affermi nel mondo, perché è buono, perché fa bene e perché rappresenta un pezzo di storia della Toscana. Inoltre – ha concluso – il pane è anche uno dei simboli principali della solidarietà nella nostra cultura e qui a Expo rurale il pane è un veicolo di solidarietà per il Meyer."  Nello stand del Consorzio di promozione e tutela del pane toscano a lievitazione naturale infatti pane e schiacciata toscani vengono distribuiti in cambio di un'offerta per il Meyer.

Condividi su:

Seguici su Facebook