Matching 2013: Lai e Camera di commercio insieme per esportare il brand Maremma

Lamioni: "Abbatteremo il 50% dei costi di partecipazione per le aziende decise a partecipare"

| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Esportare e rafforzare il brand Maremma a livello internazionale. Parte da qui la proposta della Lai, libera associazioni di imprenditori, costituitasi da pochi giorni, che ha pubblicizzato questo pomeriggio nella sala giunta della Camera di commercio di Grosseto, le occasioni di business legate al Matching 2013.

“Partecipare ad un incontro di risonanza mondiale permetterà agli imprenditori di poter creare reti di mercato ,condividendo esperienze e progetti per garantirsi una prospettiva di crescita e sviluppo economico. E’ importante orientare gli imprenditori locali verso nuove soluzioni. Ed è questo – dichiara Lugi Galimberti presidente della Lai -  ciò che ha intenzione di fare la nostra associazione”.

Il Matching rappresenta un’occasione per le 26mila imprese locali. Il territorio di Grosseto, a livello nazionale, contende infatti il primato per il maggior numero di aziende, in rapporto alla popolazione, soltanto alla provincia di Cuneo.

Si parla quindi di risorse che potrebbero favorire anche una crescita dell’economia locale. Ma come possono le aziende, perlopiù di piccole dimensioni, investire il proprio potenziale? Sono molte infatti le eccellenze, soprattutto nel settore agroalimentare, che potrebbero esportare nel mondo il brand Maremma.
Ed ecco che il Matching si presenta come un’occasione per proporsi sui mercati esteri, attraverso il supporto offerto dalla Compagnia delle opere.

La partecipazione all’evento, promosso a Grosseto dalla Lai e giunto alla nona edizione, ha raccolto così anche il pieno sostegno dalla Camera di commercio.
“E’ importante sostenere le imprese in un momento di difficoltà proponendo occasioni di business – aggiunge Giovanni Lamioni presidente CCIAA -. Di solito sono scettico sull’utilità di una fiera, ma non è il caso del Matching. La Maremma ha necessità di internazionalizzarsi, esportando il Brand Maremma soprattutto all’estero. Per questo motivo, la Camera di commercio si affiancherà alle aziende che avranno intenzione di prendere parte all’evento, che si terrà dal 25 al 27 novembre, abbattendo il 50% dei costi di partecipazione”.

Ogni impresa locale potrà avere già dai prossimi giorni un primo colloquio con Serena Galletti della Compagnia delle opere Toscana per poter valutare le potenzialità della propria impresa.

“Il matching ha l’obiettivo di diffondere la conoscenza imprenditoriale. All’edizione 2013 sono previste più di 2mila e 200 imprese che saranno suddivise nei 22 settori di appartenenza tra cui agroalimentare,  energia e sostenibilità  ed edilizia. E’ prevista inoltre la presenza di 110 buyers esteri, che potranno dare informazioni sulle opportunità di investimento in altri paesi, e la possibilità di prendere parte a 125 workshop e seminari già stabiliti”.

Per ulteriori informazioni è comunque possibile contattare Luigi Galimberti, presidente Lai Grosseto, al numero 338 1604651, o Serena Galletti, consulente della Compagnia delle opere Toscana, al numero 340 3142742, mentre su facebook è già possibile aderire alla pagina della Lai, Libera Associazione Imprenditori Grosseto.

https://www.facebook.com/laigrosseto

 

 

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK