Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Comitato Carnevale di Follonica vuole crescere insieme alla gente

I numerosi progetti per una maggiore partecipazione cittadina

Condividi su:

FOLLONICA – Nuovi progetti per avvicinare i follonichesi al carnevale rendendoli protagonisti: questo lo scopo che il Comitato carnevale si prefigge con le sue molteplici iniziative rivolte a tutta la cittadinanza. Il circuito della sfilata ha bisogno di nuovi protagonisti, si deve fare la strada per i più giovani perché l'enorme patrimonio del carnevale follonichese non vada disperso. Per fare tutto ciò Il Comitato ha passato in rassegna le scuole comunali, stringendo accordi con i dirigenti ed ascoltando gli interessati. Stages, mascherate e veglioni hanno già attirato l'attenzione di classi elementari e superiori, ma il carnevale follonichese sta cercando di coinvolgere anche le medie.

La scuola di via Cimarosa proporrà una mostra di lavori degli alunni, le classi quinte del plesso scolastico di via Buozzi faranno due ore di stage a settimana nel capannone del Rione Senzuno, intanto la quarta A dello stesso complesso interagirà direttamente in aula, grazie a degli incontri da cui nasceranno ben sei opere ideate e realizzate da loro stessi. Ad andare nei capannoni per quaranta ore saranno anche la seconda e la terza classe dell'istituto professionale IPSIA, mentre i loro compagni delle due classi superiori costruiranno una loro opera intitolata al carnevale. Partecipazione anche nell'Istituto Commerciale e Liceo scientifico di Follonica, dove gli studenti si cimenteranno in una mascherata a terra a tema satirico e sarà previsto un veglione mascherato. Il Comitato carnevale assicura anche altre sorpese, con altri gruppi mascherati che entreranno nel circuito delle sfilate, come per la terza domenica, quando sarà prevista la sfilata delle ex reginette o la mascherata a terra organizzata dalla signora Giuseppina Savi e quella dell'associazione volontari italiani sangue di Follonica. Nuovo slancio insomma per una manifestazione che non vuole essere “per” ma “di” Follonica.

Condividi su:

Seguici su Facebook