Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Pd di Orbetello favorevole a programmi sperimentali sulla laguna

"Siamo favorevoli purchè queste sperimentazioni abbiano l'obiettivo di ridurre la crescita macroalgale"

Condividi su:

ORBETELLO - La laguna di Orbetello costituisce un ecosistema assai delicato e vulnerabile, che ha bisogno di una serie continuativa di interventi manutentivi e gestionali tali da conservare e migliorare progressivamente l’attuale stato di equilibrio ambientale. Questo concetto il Partito Democratico orbetellano lo ha ben chiaro ed è per questo che ha promosso fin da subito l'Accordo di Programma per la gestione della Laguna di Orbetello, che vede protagonisti, oltre al Comune di Orbetello, anche la Regione Toscana e la Provincia di Grosseto.
“Questi tre enti locali  - dicono dal Pd di Orbetello - sono per noi degni di plauso, perché hanno lavorato in stretta sinergia tra loro (filiera corta), adoperandosi sempre e comunque per il benessere della “nostra” Laguna. All'interno del partito, infatti, è sempre emerso che dopo tanti anni di commissariamento della Laguna e tanti soldi spesi solo per “tamponare” il problema, la via alternativa, a quella fino ad ora utilizzata, è quella di operare a monte del sistema: bisogna evitare l'eccessiva crescita algale attraverso l'ossidazione di depositi organici sedimentari recenti e soffici.”
“Questo  -proseguono dal Pd - può essere effettuato sia con la tecnica della risospensione dei sedimenti, che, secondo l'accordo di programma, verrà effettuata in sinergia con la raccolta delle biomasse algali, ma anche aumentando la circolazione delle acque. Per questo, infatti, il Pd lagunare è d'accordo alla promozione di programmi e sperimentazioni, da effettuare nelle parti più critiche della Laguna, purchè abbiano però l'obiettivo comune di ridurre la crescita macroalgale e  permettere di nuovo la diffusione delle macrofite tipiche lagunari.
“Non ultimo, - concludono - il Pd vuole sottolineare che continuerà la sua battaglia, affinchè venga istituito un “Ente Laguna” che si occupi della gestione ordinaria, ma anche della salvaguardia della laguna di Orbetello. Tale Ente a cui, secondo noi, dovrebbero partecipare Regione, Ministero dell'ambiente ed enti locali, deve decidere sugli interventi da effettuare, nel rispetto degli strumenti di pianificazione esistenti, gestire i contributi pubblici e le risorse derivanti dalle attività della laguna, ma deve avere anche compiti di controllo, coordinamento e indirizzo su tutte le attività di monitoraggio, sulle ricerche e gli studi ambientali.”

Condividi su:

Seguici su Facebook