Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Centenario Rama: ad Arcidosso un'installazione per celebrare lo storico traguardo

Presentati in Comune i prototipi realizzati dagli studenti del Liceo artistico di Grosseto

Condividi su:

ARCIDOSSO - Un incontro per la presentazione dei prototipi e dei bozzetti realizzati dagli studenti del Liceo artistico di Grosseto: questa mattina, ad Arcidosso nella sala consiliare del Comune, è stato effettuato un incontro per le celebrazioni del centenario della Rama.

"Un'iniziativa importante - ha commentato il sindaco di Arcidosso Emilio Landi - che ci riempie di soddisfazione. Siamo felici di ospitare la 'Palina della Rama' perché Arcidosso è uno dei luoghi simbolo della nascita del trasporto pubblico locale".

All'incontro era presente Marco Simiani, presidente della Rama; lo scultore Lucio Pari; i docenti e gli studenti del liceo artistico; gli amministratori locali, e una delegazione di studenti della scuola media.

Il progetto nasce con l'obiettivo di lasciare un segno tangibile del rapporto tra Rama e territorio. La storia della Rama è patrimonio della comunità, attraversa le famiglie, le generazioni; i collegamenti hanno contribuito alla crescita del tessuto sociale di una provincia grande come quella di Grosseto e alle sue relazioni con i territori vicini.

Gli studenti del liceo artistico hanno rielaborato in chiave artistica e contemporanea le vecchie paline della Rama che indicavano la fermata degli autobus, traendo ispirazione dalle caratteristiche dei territorio a cui sono destinate.

Tra le idee progettuali proposte per Arcidosso ne verrà scelta una. L'installazione sarà realizzata in acciaio corten e arriverà ad avere un'altezza di 2 metri e 60 circa. Altre opere saranno destinate a Grosseto, Pitigliano, Follonica, e Roccalbegna e Orbetello. Nella progettazione e realizzazione delle sculture gli studenti saranno seguiti dalle insegnanti Annarita Frate e Antonella De Felice e dallo scultore Lucio Pari

Condividi su:

Seguici su Facebook