Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Forza Italia Grosseto: numerosi gli spunti emersi dopo l'incontro del Granduca

"La valorizzazione delle singole realtà come progetto per far ripartire l’Italia"

Condividi su:

GROSSETO - Sono molti gli spunti emersi nell’incontro tra gli eletti e i dirigenti locali di Forza Italia Grosseto che si è tenuto venerdì sera all’Hotel Granduca.

Alla cena, offerta dall'europarlamentare On. Paolo Bartolozzi, e organizzata da Luca Agresti e Daniele Fanteria, hanno preso parte i rappresentanti dei tanti club che vanno nascendo nel nostro territorio.

Un incontro ricco di interventi di tutti i presenti, con l’On. Bartolozzi ovviamente destinatario di molte domande sul quadro politico nazionale ed europeo, nonostante siano emersi quesiti anche sul rilancio nei territori in vista delle prossime elezioni comunali.

L’europarlamentare azzurro ha toccato i punti programmatici di Forza Italia per le prossime elezioni, sottolineando la necessità di un cambiamento del ruolo dell’Italia in Europa, ma anche quella del rafforzamento dell’Europa nei suoi progetti comuni, per avere un maggior peso nel sistema economico e sociale globale.

Il Consigliere regionale Alessandro Antichi ha fatto un breve sunto dell’operato del gruppo regionale, anticipando l’iniziativa organizzata dai consiglieri di Palazzo Panciatichi per il pomeriggio del 7 marzo a Grosseto, in cui si analizzeranno le proposte di variazione della legge urbanistica regionale.

Tra i tanti amministratori ed ex amministratori presenti, il sindaco di Isola del Giglio Sergio Ortelli, che è intervenuto facendo un breve quadro generale e parlando delle prossime elezioni, evidenziando come “l’aspetto elettorale sia rilevante, ma la situazione relativa alla rimozione della Concordia sia al primo posto tra le sue preoccupazioni.”

Il consigliere comunale Luca Agresti ha invece lanciato un appello per la riorganizzazione nei territori, sottolineando come ci sia una forte spinta emotiva e grandi aspettative elettorali a cui il movimento deve saper dare risposte: “incontri come questo, a giudicare dalla partecipazione e dall’interesse dei dirigenti presenti, possono essere sicuramente di stimolo in tal senso.”

Condividi su:

Seguici su Facebook