Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Scansano, la Questura vieta la manifestazione contro le uccisioni dei lupi

Il corteo era stato organizzato da Irriducibili Toscani Liberazione Animale

Condividi su:

SCANSANO - Il corteo di protesta contro le uccisioni dei lupi non si farà. La manifestazione che aveva in mente di fare il gruppo Irriducibili Toscani Liberazione Animale è stata disdetta per la mancanza del permesso da parte della questura di Grosseto. "Avevamo comunicato alla Questura di Grosseto - affermano gli organizzatori - la nostra intenzione di voler manifestare lungo le vie di Scansano con un corteo di protesta. L'intento nasce dopo le numerose uccisioni di esemplari di lupi, sfociate poi con l'episodio della testa attaccata in gesto di sfida lungo la strada provinciale 159 a Scansano".

Ma il clima è ancora troppo caldo e la Questura ha preferito evitare possibili scontri. "La Questura stessa - spiegano gli Irriducibili -, visto le tensioni che si sono venute a creare, ha ritenuto opportuno vietarci ufficialmente di fare la nostra manifestazione. Ci ha dato la possibilità di fare il corteo a Grosseto attraversando il centro storico, ma noi non lo riteniamo opportuno ai fini della nostra volontà di sensibilizzare la gente. Ovviamente non rinunceremo  ad organizzarci nuovamente qualora gli episodi di bracconaggio dovessero ripetersi".                                                                                                              


                                                                 

Condividi su:

Seguici su Facebook