Muffa nel distretto sanitario di Punta Ala: un residente non ci sta e si rivolge al sindaco

"Dal 17 febbraio i dottori avrebbero dovuto ricevere i pazienti nei locali della Misericordia. Perchè sono ancora chiusi?"

| di d.c.
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview
CASTIGLIONE DELLA PESCAIA - Un ambulatorio che versa in pessime condizioni. E' quanto denuncia un residente della frazione di Punta Ala, che, esasperato, ha deciso di rivolgersi al sindaco di Castiglione della Pescaia, Giancarlo Farnetani. "Oggi pomeriggio sono andato dal dottore per una ricetta medica e guardi cosa ho visto. Lo stato attuale dei locali del piano superiore della delegazione comunale dove sono ricevuti i pazienti è pessimo. E' una vergogna. Si parla di locali pubblici del comune che da tempo sono malsani e degradati, dove persone anche malate devono stare a contatto con l'umidità e la muffa". Lo stato del distretto sanitario, come evidente dalle foto, è decisamente insalubre. "All'ingresso - prosegue il cittadino - c'è un cartello alla porta che dice che dal 17 febbraio i dottori riceveranno nei locali della Misericordia. Siamo al 3 marzo e i locali sono ancora chiusi, di chi è la responsabilità di questo disastro? Chiedo quindi un intervento urgente per risolvere il disagio per gli abitanti di Punta Ala".

 

d.c.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK