Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Acqua stagnante e pini caduti nel parco della pineta di Levante

Ancora disagi a Follonica

Condividi su:
FOLLONICA – Lo scorso mese di febbraio Follonica venne investita da un violento nubifragio che provocò diversi danni e disagi, tra cui la caduta di alcuni pini e l'allagamento di una porzione della pineta di Levante, tra viale della Repubblica e via Palermo. A distanza di oltre un mese l'acqua caduta è ancora presente, ritirandosi pochissimo all'interno della pineta, lasciando nell'area un ristagno che in alcuni punti arriva a superare i cinque centimetri. Il fenomeno è stato osservato da diversi cittadini che frequentano abitualmente la pineta, impossibilitati a usufruire delle panchine e dei giochi per bambini presenti nella zona allagata.
Tra le voci che si sono rincorse anche quella di una presunta perdita da una tubazione, essendo presente una rete di irrigatori e i vicini bagni pubblici, motivo per cui la perdita fosse stata mascherata dalle pioggie precedenti. L'ufficio lavori pubblici, interpellato in merito, ha smentito la perdita d'acqua, in quanto gli impianti di irrigazione sono disattivati dalla scorsa estate e propende a pensare che l'accumulo di acqua sia dovuto al terreno argilloso sottostante, che fa assimilare l'acqua molto più lentamente rispetto ad altri sottofondi.
L'ufficio ha promesso di tenere sotto controllo la situazione, allo scopo di stabilire eventuali altre cause in caso di continua permanenza dell'acqua con il progredire della bella stagione. La pozza sta creando apprensione non solo per il fastidioso ristagno acquatico ma anche per il pericolo che crea per i pini, indebolendo il terreno dove sono presenti le radici e provocando la loro caduta, come è già successo in precedenza nella pineta, con 3 pini che sono franati a terra, fortunatamente senza conseguenze, e che ancora sono presenti nell'area.
Condividi su:

Seguici su Facebook