Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tre alunni del geometri alle finali nazionali di Cad

Cad è il disegno realizzato con il computer

Condividi su:
GROSSETO - Aspiranti geometri grossetani alle finali nazionali delle olimpiadi di Cad. Una bella gratificazione per l’IISS Manetti, il  cui Istituto per Geometri, oggi Istituto Tecnico per le Costruzioni l’Ambiente e il Territorio, ha piazzato due studenti, Benedetta Loperfido e Filippo Romani  alla fase conclusiva della tredicesima edizione delle  Cad Olympics 2014, indetta dall’AIC (Associazione per l’Insegnamento del Cad) e uno, Simone Bocci alle ParaOlympics. Un successo importante perché il Cad, ossia la realizzazione del disegno per mezzo del computer, essendo una delle competenze più importanti possedere per poter svolgere il lavoro di geometra, mostra l’innovazione e l’alto livello di preparazione degli studenti in questo ambito. La partecipazione al CAD OLIMPYCS 2014 si è strutturata su una fase di qualificazione e una fase regionale prima di arrivare a quella nazionale che prenderà il via a Carbonia - Senorbì in Sardegna da martedì 8 a giovedì 10  aprile. “Il progetto – spiega la preside Maria Grazia Trani - ha coinvolto circa 60 studenti, rappresentanti di tutte le classi del Geometri, che presso l'aula cad dell'istituto si sono dati battaglia a colpi di mouse, e i primi due classificati si sono qualificati per la fase regionale dove, dando prova di un'ottima preparazione che inizia già dai primi anni del biennio, Benedetta Loperfido e Filippo Romani  si sono piazzati al primo e quinto posto, riuscendo così a qualificarsi per la fase nazionale. Devo dire – continua la dirigente scolastica – questo è stato un risultato atteso per i docenti e che ha reso felici, ovviamente, gli studenti che hanno visto i loro sforzi premiati. Anche per la scuola – ammette – si tratta di un risultato ottimo, dato che ci  vede primeggiare a livello nazionale proprio in quelle discipline propedeutiche per la professione del futuro disegnatore e progettista. Infine, mi riempie di orgoglio  il risultato ottenuto da Simone Bocci che, vincendo le ParaOlympics si è assicurato l’accesso alla finale in Sardegna. La dimostrazione di questo risultato permette di affermare che l’integrazione dei ragazzi diversamente abili è facilitata laddove vengono privilegiati gli strumenti informatici e tecnologici da parte di un  personale insegnante qualificato, aggiornato e preparato.”  Il successo di Simone Bocci è stato gratificante proprio per i docenti che hanno creduto fin da subito all’iniziativa, come i professori Gianfrancesco Santagati e Francesco Ciavarella, e per i compagni di classe di Simone che hanno aiutato il compagno con incoraggiamenti e suggerimenti. Ma l’attività dell’Istituto non termina qui, infatti la conquista della finale nazionale alle Cad Olympics è da considerarsi propedeutica alla partecipazione ad un altro concorso “Progetta una costruzione in legno”, indetto da Arca, al quale parteciperà con il professor Ciavarella la classe  IV° A Tecnologie del legno, la nuovissima e unica specializzazione di questo tipo in provincia di Grosseto e non solo.
Condividi su:

Seguici su Facebook