Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Isola del Giglio: il locale "i Lombi" pronto ad una nuova storia

Sopralluogo tecnico nel cantiere dove i lavori sono in fase di ultimazione

Condividi su:

ISOLA DEL GIGLIO - Approvato in Consiglio Comunale il regolamento per la gestione e l’uso del prossimo Centro culturale e polifunzionale dei Lombi, un luogo storico per i gigliesi. Intanto sono in corso i lavori di completamento dell’edificio e nei giorni scorsi vi è stato un sopralluogo con il progettista, architetto Leonardo Porciatti, il sindaco Sergio Ortelli e il responsabile dell’ufficio tecnico, architetto Alessandro Petrini. Sono stati quindi definiti gli ultimi ritocchi e i tempi di consegna da parte della ditta assegnataria dei lavori che iniziò i lavori nel giugno dello scorso anno.

Nella seduta di mercoledì il Consiglio Comunale ha provveduto a definire il regolamento per la gestione e la concessione in uso della struttura individuando i soggetti che potranno farne richiesta, gli obiettivi della fruizione che dovranno riguardare la realizzazione di iniziative culturali e di promozione sociale, i temi dell’aggregazione e della solidarietà, la valorizzazione del patrimonio artistico, storico e umano dell’Isola del Giglio. La gestione della struttura è stata affidata con convenzione all’Associazione “Il Castello” che dovrà assicurare la gestione nel rispetto del regolamento approvato.

Composto di 16 articoli, il regolamento ha lo scopo di coordinare le attività ricreative, culturali e sociali che verranno svolte nel centro, le forme di gestione e le modalità di richiesta d’uso degli spazi. Il Comune si riserva la possibilità di utilizzare direttamente o far utilizzare ad altri soggetti la struttura. Il regolamento è stato approvato con i soli voti favorevoli della maggioranza.

Intanto proseguono i lavori che dallo scorso febbraio hanno ottenuto un secondo finanziamento (ottenuto attraverso il Gal Far Maremma, con la Misura 323b a valere sul Piano Sviluppo Rurale 2007/2013) per gli impianti elettrici e idraulici, la sistemazione degli interni, l’acquisto di accessori e arredi e l’acquisto di un piccolo pullman (max 9 posti) che l’Amministrazione metterà a disposizione della socialità in generale.

Condividi su:

Seguici su Facebook