Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Casamenti: "Giunta Paffetti disorganizzata"

"Troppe riorganizzazioni burocratiche"

Condividi su:

ORBETELLO - Andrea Casamenti, Capogruppo Consiliare Oltre il Polo, critica l'evolversi della struttura comunale attualmente in carica: "Ormai abbiamo perso il conto di quante presunte riorganizzazione la struttura burocratica dell'ente comunale ha subito in tre anni di legislatura a causa dell'approssimazione amministrativa della Giunta Paffetti. Una tale quantità di riorganizzazioni che ha creato soltanto confusione e spostamenti di dipendenti da settori in cui avevano ben operato per anni in settori che invece non conoscevano; la precedente giunta Matteoli ha consegnato alla giunta Paffetti una struttura burocratica simile ad una Ferrari e oggi per i continui cambi di idea dell'Amministrazione Paffetti e inutili spostamenti la struttura burocratica per colpe non dei dipendenti, che hanno sempre dimostrato grandi capacità e hanno portato a compimento molti successi, va invece veloce come una tartaruga. Più che una riorganizzazione sembra una nuova disorganizzazione attuata dalla Giunta Paffetti. Per esempio l'ufficio bandi ora tornato sotto la segreteria generale era stato spostato dalla medesima segreteria proprio dalla giunta Paffetti ad agosto del 2013 provocando un assoluto immobilismo amministrativo ed ora dopo aver perso un anno ritorna dove era, avendo però la giunta speso decine di migliaia di euro di consulenze ed in carichi esterni, con corsi di formazione mai iniziati, e senza un solo successo in tema di lavori pubblici. Per quanto riguarda poi il nuovo settore lavori pubblici era stato incardinato tre anni addietro proprio dalla Giunta Paffetti con l'urbanistica provocando fortissime proteste da parte dell'opposizione consiliare che da tre anni lottava per la separazione in due settori della parte urbanistica e lavori pubblici con dirigenti distinti come era prima dell'insediarsi del Sindaco Paffetti. Il sindaco su questa vicenda aveva sempre accusato di demagogia l'opposizione ed ora esegue alla lettera quello che avevamo proposto. Se avesse perso meno tempo a polemizzare e avesse operato subito come gli dicevamo i cittadini non avrebbero dovuto subire i ritardi che hanno invece subito per ottenere risposte alle loro problematiche. Purtroppo un intervento tardivo di fine legislatura. I dipendenti comunali devono essere messi nelle condizioni di poter lavorare serenamente ma non possono certo operare in questo perenne stato confusionale amministrativo derivato dalla scelte della giunta Paffetti. Infine relativamente alla pulizia delle spiagge gli assessori Barbini e Chiavetta avevano promesso l'inizio della pulizia a partire dal 1 aprile. Ancora una volta promesse non mantenute e turisti che a Pasqua troveranno un degrado incredibile con una laguna ormai ridotta a tappeto verde. La vicenda invece dei mancati lavori del Fossino di Talamone ormai ha assunto aspetti tragicomici. Quando due mesi addietro su questa vicenda chiedemmo come opposizione consiliare un consiglio comunale specifico, che ci fu invece negato dalla giunta Paffetti, lo facemmo per trasparenza e per far conoscere ai cittadini la verità di come stavano le cose perchè sapevamo già che come sarebbe andata a finire. La giunta Paffetti preferì invece andare a Fonteblanda e Talamone a raccontare direttamente ai cittadini senza contraddittorio dell'opposizione un pò di barzellette e fare qualche promessa non mantenuta come ormai sua prassi".

Condividi su:

Seguici su Facebook