Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Follonica, Baldi: "Nuova vita per il vecchio canile del Martellino"

Condividi su:

FOLLONICA - "Tra le tante persone che mi capita di incontrare in questi ultimi giorni nella mia città, Follonica, ho avuto occasione di parlare anche con un gruppo di cacciatori e proprietari di animali. E ho ribadito il mio impegno a farmi carico delle loro esigenze. Mi hanno raccontato che l’unico posto in cui possono ospitare i loro animali è una vecchia struttura, in condizioni tutt’altro che buone, che si trova dietro il canile comunale del Martellino gestito dall’Enpa e dalla cooperativa Il Nodo: proprio l’attuale canile comunale però, una volta che entrerà in funzione la nuova struttura comprensoriale nella zona della Botte a Scarlino, rischia di essere abbattuto nonostante abbia tutte le caratteristiche idonee ad accogliere gli animali. Insomma, il Comune ha già pronte le ruspe, proprio com’è appena accaduto per via Massetana. Ma non è la soluzione giusta: per questo ci impegniamo a fare di tutto per garantire a quei proprietari di animali il diritto a subentrare nel canile del Martellino, quando i cani randagi saranno trasferiti alla Botte. Sarebbe davvero uno spreco rinunciare al vecchio canile: deve restare dov’è, al servizio di chi ha un animale ma non possiede un piccolo appezzamento di terreno in cui ospitarlo. Per il futuro, inoltre, ci impegniamo anche a valutare la possibilità di realizzare una nuova struttura, un vero «canile sociale» a disposizione di tutti. Perché valorizzare il principio di custodire nel modo migliore i propri animali è uno degli obiettivi del nostro programma elettorale. Sono tanti i progetti che vogliamo realizzare: allestire un’area di sgambamento in ogni quartiere, perfezionare la convenzione con il Comune di Scarlino per l’utilizzo della spiaggia attrezzata per gli animali, mettere a disposizione distributori di sacchetti e palette, installare in centro e in periferia punti di raccolta per l’acqua e i contenitori di plastica usati (sul modello di quanto avviene in tanti Paesi europei) che funzionino come distributori per far abbeverare gratuitamente cani e gatti. Perché amare gli animali aiuta a stare meglio con se stessi".


Daniele Baldi
candidato sindaco
Condividi su:

Seguici su Facebook