Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Storia e tradizione: la Maremma rivive con il libro TransHumance

Diario di una composizione unica al mondo a cura di Ambra Famiani

Condividi su:

ALBERESE (Gr) - Storia, cultura e tradizione della Maremma: in una sola parola Transumanza. Un libro per rivivere emozioni, riscopire il fascino storico e ammirare la bellezza di un paesaggio unico come quello maremmano.

Un dispositivo poetico a risonanza multipla. Non uno spettacolo, ma una esperienza di vita, un’opera realizzata insieme.
TransHumance, la parola evoca il viaggio transfrontaliero, il ciclo delle stagioni, l’unione tra l’uomo e la natura. Una parola, cui sottointendono una moltiplicità di significati, che designa la nozione di migrazione e di memoria, di mobilità e di trasversalità, di fermenti storici e antropologici nutriti da un obiettivo poetico e metaforico.
Tram-Humance, è umanità altra, quella di coloro che camminano per fare la strada insieme al di là delle frontiere che separano e che la costa mediterranea accomuna.
Così seguendo un richiamo ancestrale, dall’altra parte delle Alpi cavalli ed uomini si sono messi in marcia, ma anche di qua altri uomini e cavalli si sono messi in marcia. Sono i Butteri della Maremma italiana, invitati d’onore di TransHumance.
La Provenza li ha accolti tutti e li ha riuniti nel cammino verso Marsiglia per invitare la Natura a celebrare la Capitale europea della Cultura 2013.
Un cammino punteggiato da Animagliphes, disegnati da e con gli animali nel paesaggio, nei siti emblematici delle terre attraversate. Affreschi viventi legati alla terra e al cielo.
Il volo e le evoluzioni degli uccelli, si sono specchiati con il movimento delle mandrie, delle greggi e degli uomini ed hanno costituito l’immagine del paesaggio segnato e trasformato dal passaggio di TransHumance. Un cammino connotato anche da un canto che si è propagato e trasmesso sul territorio, nei borghi, nei paesi, di città in città, fino a Marsiglia.
Una composizione ritmica modellata sulla marcia degli animali, concepita per essere cantata insieme dagli uomini erranti.

Apertura dell'incontro a cura di Luca Varaglioti, Presidente Pro Loco Alborensis.

Intervento sulle similitudini tra Maremma e Provenza a cura di Alessandro Zampieri, figura di rilievo della Azienda Regionale Terre di Maremma.
Proiezione filmati e video della TransHumance italo-francese.
Presentazione del libro TransHumance a cura di Carlo Alberto Falzetti, storico.
Intervista di Ambra Famiani, curatrice del libro ai Cavalieri di Maremma e Cavalieri della Forra-Dimensione Maremma.
Proiezione video, su Alberese dell'Archivio Fotografico Ufficio Turismo Comune di Grosseto.
Bicchiere della staffa e assaggi.
Gli ospiti saranno accolti da una rappresentanza di butteri a cavallo.

Condividi su:

Seguici su Facebook