Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Santa Fiora torna Simone Cristicchi e il coro dei Minatori

Condividi su:

SANTA FIORA - Il cantante e attore Simone Cristicchi insieme ai Minatori di Santa Fiora  porterà, venerdì 2 maggio a partire dalle ore 21.30, sul palco del Nuovo Teatro Comunale di Santa Fiora lo spettacolo «Canti di miniere, amore, vino e anarchia». Ospiti di onore della serata sarà la compagnia dei Maggiaioli di Selva. Lo spettacolo rappresenta un importante richiamo alla cultura popolare, alla musica etnografica e alla riscoperta delle tradizioni locali.

Cristicchi si avvicina al mondo della musica popolare nel 2008, grazie all’incontro con Ambrogio Sparagna, importante etnomusicologo di fama internazione, il quale spinge il cantante e attore a scoprire questo mondo underground delle miniere amiatine. La curiosità artistica porta Cristicchi ad approfondire le sue conoscenze e ad intraprendere  un nuovo percorso artistico: nasce così il tour “Canti di vino, amore ed anarchia”. Il progetto vede la collaborazione con il Coro dei Minatori di Santa Fiora, una band costituita da 14 elementi di età compresa tra i 19 e gli 80 anni.

Il Coro dei Minatori è un gruppo di musica popolare ripropone il vasto e originale repertorio di canzoni tradizionali locali. Canzoni tramandate proprio dai minatori santafioresi che erano soliti interpretarle nelle occasioni di festa e di lotta, nelle osterie o nelle piazze del paese.

Condividi su:

Seguici su Facebook