Follonica, Baldi: "Zone blu e parcheggi sotterranei meno cari per i lavoratori e nuova viabilità"

| Categoria: Attualità
STAMPA

FOLLONICA - "L’amministrazione comunale uscente, guidata dal sindaco Eleonora Baldi e dal vicesindaco Andrea Benini, aveva promesso un nuovo piano del traffico entro i primi cento giorni di governo. Promessa non mantenuta, come tante altre. Bocciatura su tutta la linea pure sui parcheggi, visto che la giunta ha eliminato l’opportunità di acquistare abbonamenti alle zone blu d’estate. Anche per questo, è ora di cambiare. E il mio programma di governo dedica un’attenzione particolare alla viabilità e alla sosta. Mi impegno a elaborare un nuovo piano del traffico per eliminare le criticità di una circolazione astrusa, a riaprire alle auto alcune ztl (ad esempio il tratto di via Fratti, almeno d’inverno), a mettere in sicurezza la vecchia Aurelia con due rotatorie al bivio Bicocchi e all’incrocio con via Leopardi. Da rivedere anche le zone blu. Mi impegno a reintrodurre da subito la possibilità di acquistare tutti i mesi dell’anno (estate compresa) un abbonamento alle aree di sosta a pagamento, e a introdurre forti agevolazioni per i follonichesi che lavorano in centro e devono parcheggiare l’auto nelle zone blu. Ma alla nostra città servono nuove aree di sosta: la soluzione che propongo è realizzare parcheggi sotterranei. Ho già in mente due soluzioni: sotto il Parco centrale (accessibili dall’esterno dell’area verde) e sotto il piazzale dell’Ilva che si trova di fronte alla chiesa di San Leopoldo, in entrambi i casi ad almeno due piani. Questo, però, non basta. Perché assieme ai parcheggi, a Follonica c’è bisogno di adeguare la viabilità. L’intervento più necessario è sicuramente il collegamento tra Rondelli e le Collacchie, per bypassare il centro e collegare la Statale Aurelia con la parte a sud del golfo, dal Puntone a Punta Ala, verso Castiglione della Pescaia. Un tratto che consentirebbe di mettere in comunicazione la zona artigianale di Follonica con la zona industriale di Scarlino, dalla Botte al Casone, e darebbe uno sbocco alla viabilità di accesso a tutta la zona degli impianti sportivi e dell’Acquapark. Un sovrappasso ferroviario è l’altro elemento di fondamentale importanza per la nostra città perché Follonica, in caso di allagamento dei sottopassi (tutti, tranne uno, di altezza inferiore a quella minima di 5 metri) e di via delle Collacchie, rimarrebbe completamente isolata".

Daniele Baldi
candidato sindaco di Follonica

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK