Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Amiata Piano Festival: il pianista iraniano Ramin Bahrami porta il “suo” Bach

Un’interpretazione valorizzata dalla perfetta acustica della Sala Musica Collemassari di Poggi del Sasso

Condividi su:

CINIGIANO - Ha commosso il mondo con la sua storia – l’infanzia nell’Iran degli Ayatollah, il padre ucciso dal regime, la fuga in Italia per studiare in Conservatorio – e poi ha incantato tutti con le sue interpretazioni pianistiche, soprattutto di Bach (a cui ha anche dedicato un libro: Come Bach mi ha salvato la vita, Mondadori). Il pianista Ramin Bahrami ha scalato le classifiche e a 37 anni è tra i solisti più acclamati sulla scena internazionale. Domani, sabato 28 giugno, a Poggi del Sasso (Cinigiano, GR) porterà il suo amato Bach all’Amiata Piano Festival, questa volta non da solo, ma in duo con Massimo Mercelli, uno dei più autorevoli flautisti italiani, di casa sui palcoscenici più prestigiosi: dal Mozarteum di Salisburgo dalla Carnegie Hall di New York. Insieme i due musicisti interpreteranno quattro bellissime Sonate per flauto e tastiera (BWV 1020, 1030, 1031 e 1032) che hanno anche registrato in un album per l’etichetta Decca.  Un’occasione di ascolto preziosa, valorizzata dall’acustica perfetta della Sala Musica Collemassari di Poggi del Sasso, non a caso utilizzata anche per registrazioni discografiche.

Infotel. 339-4420336

Il concerto avrà luogo nella Sala Musica Collemassari del Podere San Giuseppe a Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto), con inizio alle ore 19.00. Durante l’intervallo agli ascoltatori verrà offerta una degustazione dei pregiati vini prodotti dalla Cantina ColleMassari.

Condividi su:

Seguici su Facebook