Gommone in avaria: paura alle "Formiche" per una famiglia di turisti

Decisivo l'intervento della Polizia grazie alla motovedetta

| Categoria: Attualità
STAMPA

ORBETELLO - Nella mattinata odierna, alle ore 10.00 circa, nel corso dei servizi straordinari di pattugliamento a mare posti in atto dalla Questura di Grosseto per l'estate 2014, la motovedetta dalla Squadra Nautica di Talamone, nei pressi dell'arcipelago delle "Formiche", avvistava un'imbarcazione in balia delle onde, dalla quale alcune persone si sbracciavano lanciando segnali di richiesta di aiuto.

Pertanto la M/V della Polizia di Stato, contattati gli enti preposti per il soccorso in mare al fine di un'immediata segnalazione della richiesta di soccorso visivamente ricevuta, abbordava repentinamente il natante: il gommone, appartenente ad un "diving" proveniente da una località marittima costiera, aveva il motore in avaria e non era più governabile.
Vista la presenza di bambini a bordo, per i quali l'escursione in mare si stava traformando in una brutta avventura, l'equipaggio della Questura di Grosseto provvedeva con grande tempestività ad ormeggiare in sicurezza il gommone. Il mezzo, trainato fino all'imboccatura del porto di Castiglione della Pescaia,  poteva finalmente attraccare senza che alcuno avesse patito alcuna conseguenza, salvo un grande spavento.
Tutti gli escursionisti, in primis il titolare del diving, elogiavano il personale della Squadra Nautica della Polizia di Stato, per la professionalità e la competenza dimostrate. Inoltre, lo ringraziavano per aver saputo, con encomiabile umanità, gestire una situazione nella quale, data anche la presenza di bambini, la sola tecnica navale non avrebbe permesso un così felice e veloce esito della vicenda.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK