Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Campeggio di Principina: pronto il Piano attuativo per la riqualificazione della struttura comunale

Il progetto è stato inviato alla Regione

Condividi su:

GROSSETO - La riqualificazione del campeggio comunale di Principina è scritta nel Piano attuativo redatto dagli uffici dell'Ente.

Il progetto, come così previsto dalla legge, è ora al vaglio della Regione Toscana per le verifiche del caso rispetto alla normativa sul vincolo paesaggistico e sulla valutazione ambientale strategica e verrà sottoposto alla conferenza dei servizi con Regione, Provincia e Soprintendenza”.
“Il campeggio di Principina, realizzato a partire dagli anni '60, nonostante alcuni interventi effettuati nei decenni scorsi – spiega l'assessore all'Urbanistica, Giancarlo Tei – è ormai inadeguato rispetto alle nuove esigenze della clientela. È del tutto eviente che da tempo la struttura necessitava di opere di riqualificazione ai fini di garantire condizioni ottimale per gli ospiti e per quanti ci lavorano, ma anche per rilanciare l'immagine di una struttura ricettiva che gode di una posizione invidiabile e di un patrimonio naturalistico di pregio”.
“Il percorso intrapreso dall'amministrazione non è stato agevole; i tecnici del Comune hanno lavorato con grande competenza, dovendo tenere conto delle numerose prescrizioni di legge: su tutte la variante per la fascia costiera – prosegue l'assessore Tei -. Il risultato prodotto dal Piano attuativo sarà un risultato di grande spessore, che sono certo renderà merito alla storia e al valore di questa struttura”.
- Il campeggio di Principina si estende su un'area compresa tra la località balneare e il canale San Rocco nella pineta litoranea, per una superficie di circa 12 ettari. Sono presenti 450 piazzole per una capacità ricettiva massima di 1800 persone. 
All'interno ci sono cinque fabbricati per i servizi igienici, una struttura polivalente in parte a uso magazzino e in parte utilizzata per locali tecnici. All'ingresso sono presenti un locale destinato a uffici e reception e una piccola struttura commerciale, dove si trovano uno minimarket e un ristorante. Per le attività ludiche sono presenti un palco e una pista da ballo, e un magazzino a servizio degli artisti. Il campeggio offre inoltre un campo da tennis, uno da calcetto, uno di bocce e, per i più piccoli, un minigolf. 

Il progetto
Le opere previste sono rivolte al miglioramento del livello qualitativo del servizio, per una riqualificazione complessiva del sistema naturalistico e ambientale e per l'ottimizzazione dell’offerta e attività ricettiva.
Grande rilievo hanno gli interventi forestali (come da piano di gestione forestale, vincolante e obbligatorio per il Piano attuativo); e per quanto riguarda il taglio degli alberi, avvenuti nel tempo per motivi di natura fitosanitaria, è previsto un intervento di “compensazione ecologica”. I pini marittimi tagliati saranno quindi sostituiti con altrettanti pini domestici.
- L’area d'ingresso-accettazione, dove sono presenti anche strutture commerciali e per il divertimento, sarà riorganizzata con la realizzazione di una piazza, in cui si affacciano le attività economiche e d'intrattenimento. Nel Piano attuativo è stata sottolineata la necessità di creare una struttura in cui sistemare gli uffici del campeggio, l’accettazione, l’ambulatorio medico per la prestazione del primo soccorso, in modo da riunire tutte queste funzioni in un unico fabbricato.
Inoltre l’edificio che ospita il ristorante e il piccolo market sarà dotato di locali tecnici e di magazzini adeguati, così come di locali per piccole strutture commerciali, pubblici esercizi, attività artigianali e a servizio della persona.
- Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria interesseranno poi gli impianti sportivi e cioé il campo da tennis, quello da calcetto e il bocciodromo; questi saranno anche affiancati da un fabbricato a servizio del verde attrezzato, con un punto di ristoro, spogliatoio, magazzino e un piccolo centro benessere.
- Il progetto prevede inoltre la riorganizzazione delle piazzole, con l’individuazione di quelle destinate all’istallazione di bungalow o di case mobili. Questa riorganizzazione permette di individuare i cosiddetti “corridoi biotici” che, come previsto dalla Variante per la fascia costiera, sono: “fascia o area, interposta tra gruppi di piazzole, all’interno della quale viene mantenuta o ricostruita la vegetazione naturale arbustiva e/o arborea della formazione dunale”. - Inoltre, riducendo in minima parte la superficie di 12 piazzole, è stato possibile ampliare il parcheggio in modo da ottenere, anche per questo, valori conformi a quanto prescritto dalla normativa.
VIABILITÀ INTERNA
Non è prevista la realizzazione di una nuova viabilità. Laddove necessario gli interventi saranno di adeguamentro e ristrutturazione dell'esistente. I percorsi dovranno essere preferibilmente in terra battuta e sabbia, ma potrà essere utilizzata anche pavimentazione in pietra naturale e piccole strutture in legno esclusivamente per l'eliminazione delle barriere architettoniche.
CORRIDOI BIOTICI E AREA DI RISERVA
Il campeggio si trova in una zona cosiddetta di duna consolidata, per questo motivo i “corridoi biotici” dovranno essere almeno il 15 per cento dell’area dello stessa struttura (come da prescrizioni di legge). Dovranno quindi essere ripristinate almeno 15mila metri quadrati di aree inserite tra vari gruppi di piazzole, all’interno delle quali sarà mantenuta o ricostruita la vegetazione costituita da arbusti o piante caratteristiche della duna. Il campeggio è inoltre dotato di un'area di riserva (su una superficie di 20mila metri quadrati), all'interno della quale il progetto di riqualificazione consente solo gli interventi previsti dal piano forestale.
SOTTOSERVIZI
Riguardo ai sottoservizi (acquedotto, illuminazione, antincendio, fognatura) sono previsti, oltre agli interventi complessivi di manutenzione ordinaria e straordinaria, altre tratte a servizio delle piazzole nuove e in funzione degli interventi edilizi previsti dal Piano attuativo.
RECINZIONI
Alcuni interventi interesseranno infine la recinzione che potrà essere spostata fino ai limiti consentiti dal Piano regolatore; nel caso che la recinzione dovesse essere lasciata nella pozione attuale, nella superficie rimanente potranno essere piantati degli arbusti a schermatura e abbellimento del campeggio.

Sintesi di alcuni dati
RICETTIVITÀ = fino A 1800 persone
SUPERFICIE CAMPEGGIO = mq.  100.000
SUPERFICIE AREA DI RISERVA = mq.  20.000
CORRIDOI BIOTICI = mq.  15.412,10
STRUTTURE FISSE = mq.  58.862,65 
PARCHEGGI = mq. 11.458  (mq. 25 X 450 piazzole)

Condividi su:

Seguici su Facebook