Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“Conoscere internet e i social network per proteggere noi e i nostri figli”: ecco il seminario a Grosseto

Il Comune di Grosseto insieme alla scuola per indirizzare i ragazzi e le famiglie verso un uso corretto del web

Condividi su:

GROSSETO - Un seminario per parlare con i ragazzi attraverso le famiglie e la scuola dell'utilizzo di internet, dei rischi che corrono nella rete, ma anche dei vantaggi che si possono avere da un uso corretto del web e delle nuove tecnologie.

L'iniziativa, in programma giovedì 16 ottobre alle 17.30, è stata organizzata dal Comune di Grosseto insieme al Polo Bianciardi e con la partecipazione della Polizia di Stato, sezione Polizia postale di Grosseto.
Destinatari dell'iniziativa sono in particolare i genitori e i docenti degli alunni di tutti gli istituti comprensivi della città.
L’intento è quello di fornire informazioni e soluzioni relativi ai principali aspetti della navigazione su internet e all'utilizzo sicuro dei social network, soprattutto da parte dei minori.
“Siamo convinti che la rete sia in grado di offrire opportunità ormai irrinunciabili per lo studio, il lavoro, la condivisione, la partecipazione e la cittadinanza attiva – dice l'assessore alla Pubblica istruzione, Giovanna Stellini -. Ma è anche vero che dobbiamo affinare la strategia difensiva rispetto ai tanti rischi che la rete nasconde, soprattutto quando si parla di minori. Per questo vogliamo condividere e sostenere le famiglie e gli insegnanti nel loro percorso formativo ed educativo in un ambito così delicato e da esplorare in tutte le sue sfaccettature”.
- Il Seminario è indirizzato ai genitori e agli insegnanti degli alunni degli istituti comprensivi della città. Alla luce delle indicazioni ministeriali sui progetti Scuola 2.0 e Classe 2.0, l'utilizzo delle strumentazioni informatiche e telematiche avranno sempre più un forte impatto sulla didattica e anche sui modelli cognitivi e comportamentali di ragazzi, genitori e docenti.
- L'intento degli organizzatori è quello di fornire e condividere un momento formativo e informativo, con esperti del settore, sulle enormi potenzialità che la rete offre ai ragazzi e allo stesso tempo evidenziare i rischi dell'utilizzo improprio di internet e dei social network, al fine di indicare buone prassi di comportamento e le soluzioni che già oggi la tecnologia mette a disposizione dei genitori per tutelare i figli.

Programma degli interventi
- Emilio Bonifazi, sindaco del Comune di Grosseto: saluto e avvio ai lavori;
- Daniela Giovannini, dirigente scolastico del Polo Bianciardi: introduzione dei lavori;
- Grazia Sestini, garante per l'infanzia e l'adolescenza della Regione Toscana: “Sicurezza su internet dei nostri figli”. Saranno illustrati i dati delle ultime ricerche su minori e sull'utilizzo della rete;
- Stefano Niccoli, ispettore superiore della Polizia di Stato: “Aspetti preventivi e repressivi messi in atto dalla Polizia postale”; saranno messe in evidenza le possibili insidie nascoste nella rete;
- Leonardo Befi, esperto in Diritto delle nuove tecnologie, spiegherà quali sono i reati che possono essere commessi attraverso l'utilizzo improprio di internet e le conseguenze di tipo penale e civile a cui possono andare incontro anche i minori e coloro che ne esercitano la loro patria potestà;
- Leandro Cammilli, coordinatore didattico dell'istituto di formazione Franchi, illustrerà i vantaggi della nuova didattica tramite Scuola 2.0 e Classe 2.0 e come poterci difendere dalle insidie della rete con gli strumenti che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione;
- Anna Liberatori, ingegnere informatico, mostrerà come utilizzare con competenza e precisione gli strumenti informatici. In particolare affronterà gli argomenti relativi alla protezione dei propri dati sensibili e alla difesa dagli attacchi informatici;
- Giulio Luzzi, redattore del periodico “MyMedia – Osservatorio di Cultura Digitale”, illustrerà come l'utilizzo delle nuove tecnologie incida sui nuovi modelli comportamentali dei ragazzi e come i genitori debbano acquisire quelle conoscenze di base per rivedere i propri modelli educativi, nel mondo reale e virtuale.
Il seminario, gratuito, è stato organizzato con la collaborazione dell'agenzia formativa istituto di formazione Franchi; chi volesse partecipare può telefonare allo 055-583766 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30.

Condividi su:

Seguici su Facebook