Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Polizia Postale: sventata truffa all'ufficio postale

Condividi su:

La Polizia Postale di Grosseto ha deferito in stato di libertà alla locale A.G. M. V. di anni 60 nato e residente a Napoli, persona già conosciuta alle Forze dell’Ordine a causa dei suoi numerosi pregiudizi:  associazione a delinquere finalizzata alla truffa, poiché resosi responsabile dei reati di ricettazione, tentata truffa, sostituzione di persona e possesso di documenti d’identità falsi sono i capi d'accusa nei confronti del napoletano.

La responsabile dell’Ufficio Postale di via D. Lazzeretti,  ha segnalato alle autorità l'anomala richiesta di un persona anziana: il soggetto, pur non risiedendo in questa Provincia,  si era presentato poco prima per richiedere l’apertura di un libretto postale sul quale intendeva versare un assegno dell’importo di €10.242,44.

Gli agenti, appena fermato il sospetto, si sono resi conto che vi era qualcosa di anomalo: il soggetto, che camminava con l’aiuto di un bastone sembrava avere circa 75 anni. In realtà era molto più giovane nonostante i capelli bianchi e l’incedere incerto. Gli accertamenti effettuati sulla documentazione presentata all’Ufficio Postale permettevano di appurare, come già successo in analoghi episodi, che l’assegno (emesso come rimborso di un sinistro) era stato trafugato dal circuito postale prima di essere recapitato al legittimo destinatario.

Proprio per l’età del legittimo beneficiario, (un cittadino napoletano nato nel 1932) il truffatore era stato costretto a travestirsi da anziano, tingendosi addirittura i capelli di bianco. La tempestività dell'intervento delle forze dell'ordine, sommata alla collaborazione con il personale delle Poste, hanno neutralizzato l'ennesimo tentativo di truffa.

Condividi su:

Seguici su Facebook