Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La notte di Follonica sotto il maltempo, abitazioni a rischio

Per tutta la notte i volontari hanno lavorato con le idrovore per far defluire l'acqua che aveva inondato le strade

Condividi su:
FOLLONICA – Notte con interventi di soccorso e apprensione quella appena passata a Follonica, investita da un'ondata di maltempo annunciata, classificata con rischio elevato. Il servizio di Protezione Civile locale, con i tecnici comunali insieme ai volontari della Vigilanza Antincendi Boschivi e della Società Nazionale Salvamento, è stato impegnato tutta la notte ad arginare e prevenire i danni causati dalla forte pioggia che ha investito la città. Controlli ed interventi sono stati effettuati nelle zone a rischio come il quartiere Cassarello e la zona Cannavota, dove è stata monitorata la viabilità e i corsi d'acqua, che hanno reso impraticabili alcune strade vicinali. Problemi anche nella zona Salciaina, da sempre uno dei punti a rischio allagamento cittadino, dove è stato reso necessario l'intervento di un idrovora per defluire l'acqua che aveva incominciato a coprire la strada. Il sottopasso ferroviario di via Isole Eolie, già colpito nel pomeriggio, durante la notte è rimasto completamente allagato, a causa dell'acqua riversata dai campi circostanti che non è stata più ricevuta dai fossi. In brevissimo tempo l'acqua ha coperto la struttura, rischiando di intrappolare un'auto che fortunatamente è riuscita ad allontanarsi. Paura anche per le vicine case e poderi, che si sono viste attraversare da un fiume d'acqua e per diverse ore hanno temuto che la stessa, dopo aver colmato il sottopasso, arrivasse al pian terreno e poi a salire. I volontari della Vab, sotto una pioggia scrosciante, sono stati impegnati a sorvegliare l'attraversamento prima di poter effettuare la chiusura, a causa dei ripetuti interventi in atto. L'opera di aspirazione dell'acqua è stata rimandata per la notte, a causa della mancanza di punti dove far sfogare le idrovore, visto il carico eccezionale ricevuto da fognature e canali. Paura anche per i ponti sulla Gora delle ferriere sul viale Carducci e via Bicocchi, che hanno rischiato più volte di essere superati dalla piena e per questo monitorati per molte ore. Adesso, dopo qualche ora di calma al primo mattino, si attendono nuove perturbazioni, con le fognature e i canali di scolo già duramente provati, mentre il servizio di Protezione Civile comunale continua l'allerta e il monitoraggio della situazione.
Condividi su:

Seguici su Facebook