Grosseto: lite per il pagamento dell'affitto, un tunisino finisce in ospedale

Necessario l'intervento delle volanti della polizia in via Senese

| Categoria: Cronaca
STAMPA

GROSSETO - Stamani, alle ore 12.30 circa, le Volanti della Questura di Grosseto intervenivano in Via Senese, su richiesta del personale di un'attività commerciale alla quale un cliente si era rivolto dicendo che fuori, nel piazzale antistante, si trovava una persona che sanguinava dal volto.
Giunti sul posto, gli agenti trovavano personale del "118" che stava prestando le prime cure del caso ad un tunisino di 47 anni e, subito dopo, lo caricava sull'ambulanza e lo trasportava presso il locale Ospedale.
Interpellate in merito all'accaduto le persone presenti, nessuno sapeva riferire alcunché circa l'accaduto. Ma, durante un'immediata attività di perlustrazione in zona, i poliziotti individuavano un uomo seduto su una panchina. Questi, un cittadino tunisino di 38 anni con vari precedenti di polizia, alla vista degli operatori spontaneamente ammetteva di essere  l'autore dell'aggressione poc'anzi consumatasi.
Nei fatti, la lite era scoppiata per vicende legate al pagamento dell'affitto dell'abitazione condivisa anche con altri connazionali: dapprima avevano discusso; poi, a fronte dell'ennesima intimazione a lasciare l'abitazione ed a trovarsi un'altra sistemazione, il 38enne aveva sferrato due pugni in viso al 47enne e si era allontanato dalla zona.
Pertanto, il primo veniva accompagnato in Questura e lì, una volta foto-segnalato, veniva deferito a p.l. all'A.G. per il reato di lesioni personali.
La vittima dell'aggressione veniva medicata presso il Pronto Soccorso e successivamente dimessa.

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK