Sentenza Tav Gavorrano: le parole di Luca Sani

| Categoria: Politica
STAMPA

Ecco le dichiarazioni del Presidente della Commissione Agricoltura Luca Sani, intervenuto in merito alla questione TAV Gavorrano: «Incomprensibile che lo stessa fattispecie dia esiti diametralmente opposti. Iniziativa parlamentare per fare chiarezza. Borghi ha pagato in passato per un proprio errore, e oggi cerca cavilli per sovvertire volontà popolare»

«La sentenza del Tar della Toscana che mette in discussione il risultato elettorale nel comune di Gavorrano costituisce un paradosso giuridico sul quale va fatta chiarezza. Non si capisce infatti per quale motivo di fronte a due casi identici, i tribunali amministrativi della Basilicata e della Toscana siano arrivati a conclusioni diametralmente opposte. È evidente che l’incertezza normativa sta alla base di una giurisprudenza contraddittoria, e per questo prenderò un’iniziativa parlamentare con l’obiettivo di fare chiarezza e dare certezza agli amministratori che si trovino in una situazione simile a quella presa in esame dal tribunale amministrativo toscano. Nel merito della vicenda di Gavorrano – aggiunge l’on Sani – voglio manifestare la mia solidarietà al sindaco Iacomelli e ai membri della coalizione di Centrosinistra che ha nettamente vinto le elezioni. D’altra parte l’ex sindaco Borghi che nell’occasione precedente è stato dichiarato decaduto per un proprio errore su iniziativa della Prefettura, questa volta è ricorso a un cavillo burocratico per sovvertire l’espressione della volontà popolare democraticamente espressa. E che era stata nettissima nel relegarlo all’opposizione».

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK