Farmacie comunali, Bonifazi: "Una minoranza rumorosa ha danneggiato la vendita"

"Ora si riparte ma con un ripensamento complessivo"

| Categoria: Politica
STAMPA
GROSSETO - “Dobbiamo arrivare ad un ripensamento complessivo rispetto alla vicenda della farmacie comunali, la cui procedura di vendita partita dietro una chiara e ripetuta volontà del Consiglio comunale, non ha infine registrato offerte di acquisto. In effetti era oramai diventato assai improbabile trovare compratori dopo la campagna, che senz'altro non ha invogliato all'acquisto, portata avanti da chi si opponeva a questa scelta dell'amministrazione. E' chiaro che adesso si riparte da zero e che tutti i prossimi passi in materia vedranno nuovamente un pieno e concreto coinvolgimento del Consiglio comunale.
La nostra scelta era una scelta valida, partita dal presupposto che certi servizi sarebbero potuti essere più competitivi con una gestione privata che pure mantenesse ferma la titolarità pubblica delle farmacie comunali.
Quella di questi giorni non è certo una vittoria di chi si è opposto alla vendita perché l'assenza di compratori, da una parte conferma che non c'erano quelle speculazioni di cui in tanti avevano cianciato in questi mesi alludendo a vendite precostituite e ad un prezzo considerato troppo basso e, dall'altra, semplicemente che una minoranza rumorosa è in grado non di fermare una volontà politica legittima ma certamente di danneggiarne l'applicazione. Tutto da dimostrare che l'accaduto andrà a tutelare l'interesse dei cittadini".

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK