Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Atletica: Cristiana Artuso vince la prima medaglia in Ungheria

L'atleta maremmana brilla a Budapest nei mondiali

Condividi su:

GROSSETO - Prima entusiasmante vittoria per Cristiana Artuso, nella gara dei 3000 metri in crono super ai mondiali di atletica che si stanno svolgendo a Budapest, in Ungheria. L'atleta maremmana ha conquistato l'oro dopo una dura scalata che ha visto la Artuso fronteggiarsi con la forte e collaudata atleta spagnola Anna Bove. Dopo un inseguimento interlocutorio nei primi 1000 metri Cristiana ha preso coraggio, raccolto le forze e staccato la spagnola con un tempo di 3,15/6,22 e poi 9,33, continuando a spingere fino alla vittoria finale. Felice e soddisfatta dopo la gara ha così commentato il risultato: “per me è una medaglia che ha un valore molto importante, una vittoria per tutti gli ostacoli che ho superato – afferma Cristiana – dove ho dato davvero cuore ed anima”. Grande entusiasmo e gioia in tutti gli amici che sono rimasti in Maremma, che seguono costantemente la sua avventura: “dedico la vittoria a mio marito, che mi ha tenuto per mano in ogni momento e non ha mai dubitato di me – racconta emozionata – e agli atleti “speciali” di Skeep insieme a tutti gli skeepers, che mi riempono il cuore di calore ad ogni occasione.” Profonda soddisfazione e tanti sorrisi anche nello staff che la sta seguendo in terra ungherese: “ringrazio gli amici, i miei medici e fisioterapisti che mi seguono, che mi hanno sempre infuso il coraggio per farcela – dice Cristiana – insieme al Colonnello Gaeta, che mi ha aiutato a ritrovare la serenità lavorativa, dopo molto tempo, dandomi fiducia e sicurezza. Ringrazio sopratutto Dio, che ha donato alla mia vita, in modo esponenziale, ciò che mi era stato portato via”. Prima medaglia perCristiana Artuso e grazie a lei, anche per tutta la Maremma, ancora una volta nominata per l'eccellenza sportiva. Vivissime congratulazioni, con l'augurio di ripetere presto lo straordinario successo sportivo.

Condividi su:

Seguici su Facebook