Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Riforma del catasto, tutto ciò che devi sapere sulla tua casa. Ecco come funzionerà

Condividi su:

Grosseto: La riforma del catasto è stata al centro di una estate calda, molti si sono buttati a capofitto per cercare di dipanare la matassa ma senza risultato. Attesa comunque la nuova riforma, anche perché molte sono le imposte sulla casa, circa 40 miliardi, sono basati su valori definiti dal catasto.

Una leggera modifica dei valori della base di calcolo anche minimo innesca aumenti di miliardi di euro e proprio per questo nei giorni addietro, è stato sottolineato che la riforma allo studio prevede l'invarianza di gettito, questo noi lo asupichiamo, ma poi nella realtà sarà tutto diverso, mentre invocheranno il rigore e il bilancio dello stato.

Sappiamo tutti che la base di calcolo delle imposte sugli imoobili parte dalle rendite e non dai valori, reali o di mercato, ma una ennessima modofica, che rischia di appensantire il comparto delle costruzioni, avrà l'effetto contrario a quello sperato.

Che la riforma in vista spenga quella piccola ripresa annunciata ? Speriamo vivamente di no.

Sicuramente è a cuore del Governo la riforma del Catasto e per questo un comitato ristretto stà lavorando per delineare quelle che saranno le linee guida.

I cardini della riforama sono sempre quelli e ruotano su alcuni punti fermi: suddivisione del territorio in «microzone», asciugatura radicale del sistema di vani, classi e categorie, ormai vecchio di oltre 70 anni, e individuazione di immobili-tipo, ai quali applicare un algoritmo con variabili per personalizzare il valore patrimoniale.

Ancorchè la fomula ri ricalcolo sia esatta i tempi di censimento degli immobili si presenta lunghissimo, e come si sà nelle pieghe delle norme e regole e loro interpretazioni non mancheranno casi assurdi o ridicoli.

Condividi su:

Seguici su Facebook