Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Carbon Sink Group: un'eccellenza "fatta in Toscana"

Un progetto ultra moderno realizzato a Firenze

Condividi su:

FIRENZE - Esiste un posto in cui le idee diventano realtà. Non stiamo parlando degli Stati Uniti né della Germania bensì della Toscana. A distanza di pochi anni dall'entrata in vigore del Protocollo di Kyoto, la Carbon Sink è l'unica azienda in Italia ad essere presente nel Carbon market. Il Protocollo di Kyoto è un trattato internazionale che prende il nome dalla città in cui è stato sottoscritto da oltre 180 Nazioni nel 1997. Entrato in vigore nel 2005 in seguito alla ratifica della Russia, il trattato prevede l'obbligo di ridurre le emissioni di anidride carbonica attraverso meccanismi di mercato. Come funziona l'Emission Trading? All'interno di questo particolare tipo di mercato vengono scambiati i crediti di carbonio certificati, ovvero le tonnellate di anidride carbonica non emessa “tep”. Un paese che consegue una diminuzione delle proprie emissioni di gas serra superiore all'obiettivo prefissato può cedere i crediti di carbonio certificati. Al contrario, nel caso in cui il paese non sia stato in grado di rispettare l'impegno preso sottoscrivendo il trattato, deve acquistare i crediti in quantità tale da raggiungere l'obiettivo.

La Carbon Sink Group vende crediti di carbonio certificati realizzando progetti che riducono le emissioni di anidride carbonica in altri paesi tra cui quelli in via di sviluppo.  L'idea nasce a Firenze ed è opera di un giovane gruppo di ricercatori, consolidata all'interno dell'Università di Firenze è diventata il primo spin-off accademico con la mission di creare e sviluppare progetti volti a ridurre e compensare le emissioni atmosferiche di gas serra. Oltre ad includere progetti di riforestazione e salvaguardia della biodiversità, Carbon Sink sta realizzando progetti volti ad un'agricoltura sostenibile attraverso la coltivazione in Senegal di jatropha, una specie di pianta in grado di sopravvivere in ambienti ostili, la quale produce un seme che può essere trasformato in biodiesel non inquinante, oppure può essere compostato e utilizzato come fertilizzante, o ancora utilizzato come sostituto per legna da ardere. Idee innovative made in Tuscany.


Sostenibilità ambientale: processo tramite il quale è possibile mantenere una caratteristica ambientale ad un certo livello per un periodo di tempo indefinito.

Condividi su:

Seguici su Facebook