Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Territorio: in Maremma circa 1000 aziende lavorano nel biologico

Negli ultimi 6 mesi aumento del 15% di aziende bio inserite da Legambiente nella Mappa della provincia di Grosseto

Condividi su:

GROSSETO - La Maremma è uno dei territori a livello nazionale con una grande presenza di aziende bio. A testimoniarlo sono i numeri: ben 700 (dati Arsia) sono infatti le aziende biologiche nella provincia di Grosseto e circa 240 sono quelle che stanno passando al bio con almeno con un prodotto di linea. In totale, quindi, arriva quasi a 1000 il numero di aziende in provincia di Grosseto che gravitano nel circuito del biologico: un dato confortante che ha avuto un picco negli ultimi anni e che è destinato a salire ancora.

 

“La Maremma rappresenta potenzialmente un enorme distretto per il biologico – afferma Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – che dobbiamo valorizzare e promuovere sempre più. L’agricoltura di qualità e il settore agroalimentare in generale rappresentano un fiore all’occhiello del nostro territorio, ed è proprio per questo che sempre più aziende stanno passando al biologico. Negli ultimi sei mesi la mappa delle aziende bio che abbiamo realizzato per la Maremma ha fatto registrare un aumento del 15% di aziende registrate che hanno fatto richiesta di adesione al progetto. Con questa mappa vogliamo creare i presupposti per una maggiore promozione della qualità e una scelta migliore da fornire ai consumatori. I prodotti biologici, infatti, oltre a salvaguardare la tutela dell’ambiente garantiscono la salute dei consumatori”.

 

Proprio per dar modo ai cittadini di trovare in provincia di Grosseto tutti i prodotti bio, di grande qualità e a filiera corta, Legambiente ha prodotto una Mappa delle aziende bio o che producono almeno un prodotto bio della Maremma per promuovere l’agricoltura biologica sul territorio: vino, olio, frutta, carne, formaggio, salumi e prodotti trasformati, tutti bio e di filiera corta maremmana. La mappa, che sta avendo sempre più richieste da parte delle aziende, è consultabile al sito www.officinadeisapori.it e tiene conto della qualità dei prodotti e della filiera corta, dei punti di vendita diretta delle aziende, dei prodotti disponibili e degli orari di apertura al pubblico. Tutto questo per fornire un servizio al consumatore e promuovere contemporaneamente la diffusione del biologico nella Maremma Toscana. Per aderire alla Mappa scrivere a info@officinadeisapori.it.

Condividi su:

Seguici su Facebook