Geotermia Amiata: avvio della centrale geotermica di Bagnore 4

Intervento di Roberto Barocci del Forum Ambientalista Grossetano in risposta alle denunce preannunciate dal Sindaco di Arcidosso

| Categoria: Attualità
STAMPA

ARCIDOSSO - "In questi giorni l'avvio della centrale geotermica di Bagnore 4, voluta e sponsorizzata da una parte del PD toscano, ha dato la percezione di quello che succederà nei prossimi anni in Amiata e giustamente la popolazione si è allarmata. La Regione, ARPAT e i Sindaci hanno prodotto comunicati stampa per tranquillizzare e riferire che tutto è sotto controllo, che non ci sono rischi sanitari e che in Amiata non ci sono problemi. Ma i risultati del loro vigilare sull’Ambiente e sulla Salute dei cittadini non sembrano dare loro ragione. Infatti, se si dovesse valutare l’efficienza e l’efficacia del loro operato, visto che non hanno saputo dare nessuna spiegazione documentata e non hanno individuato una sola causa certa dell’eccesso di mortalità del +13% registrato dall’Agenzia Regionale di Sanità (ARS) e pubblicato nel 2010 come statisticamente significativo nei maschi dei comuni sede di impianti geotermici; i dirigenti dovrebbero andare a fare un altro lavoro.
Ieri, ad Arcidosso, il Sindaco, che aveva ricevuto in Comune una delegazione di persone che in paese manifestavano il loro dissenso, alla richiesta di dire quali fossero le cause degli eccessi di mortalità, che per i tumori ad Arcidosso è del +30%, ufficialmente registrati dall’ARS, ci ha risposto che dovevamo rivolgerci alla Procura della Repubblica e che, secondo lui, non avremmo i titoli di studio adeguati per parlarne. Al Sindaco diciamo che riferiremo alla Procura, perchè sappiamo leggere. In particolare abbiamo letto l'Allegato 6 allo Studio ARS, che ha suddiviso tutti i comuni geotermici toscani in tre gruppi in funzione delle concentrazioni crescenti di inquinanti. Tali inquinanti sono emessi anche dalle centrali geotermiche. Mettendo in relazione i dati delle varie cause di morte nei gruppi di popolazione esposta in modo omogeneo agli inquinanti, si individua che gli eccessi di rischio per malattie mortali sono statisticamente significativi per 9 correlazioni nelle femmine e 21 nei maschi.
Quindi è statisticamente certa la relazione tra incrementi di morti e concentrazioni crescenti nell'ambiente amiatino di Arsenico, Mercurio, Acido solfidrico, Acido borico...cioè degli stessi inquinanti prodotti in maniera consistente anche dalle centrali geotermiche, anche se ciascuna delle emissioni delle centrali sono nei limiti stabiliti dalle norme. Ma quelle stesse norme affermano anche, in modo offensivo verso la nostra Costituzione, che tali limiti non sono stati stabiliti in funzione della difesa della Salute. Pertanto, si può concludere che gli eccessi di mortalità registrati sono sicuramente correlabili a condizioni ambientali e che le emissioni delle centrali geotermiche concorrono a produrre tali eccessi, anche se per il momento non ci sono dati per stabilire l'entità di questo concorso.
Lo vogliamo ripetere in modo che un domani nessuno possa dire che non sapeva o che ubbidiva a scelte fatte altrove, come già successo in un periodo molto infelice del nostro paese."

Contatti

redazione@grossetooggi.net
mob. 338.1604651
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK