Partecipa a GrossetoOggi.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“Educazione ambientale da indossare”, ultimo incontro del ciclo di lezioni nelle scuole

Per la fine dell'anno scolastico previsto un evento conclusivo del progetto, promosso dal Comune, con tutti gli alunni coinvolti

Condividi su:

L'“Educazione ambientale da indossare” è arrivata al termine del primo ciclo di lezioni in classe.
L'assessore Giancarlo Tei ieri pomeriggio ha fatto visita agli alunni della scuola elementare di via De Amicis, a Grosseto, per sensibilizzare i bambini sulla corretta pratica della differenziazione dei rifiuti. Questo l'obiettivo del progetto, promosso dal Comune di Grosseto e rivolto ai ragazzi delle quinte elementari del capoluogo e delle frazioni.
Agli alunni delle due classi interessate sono stati consegnati una maglietta con lo slogan “Io rifiuto i mostri. E faccio la differenza” e un libretto dal titolo “Come ti butto. Il bon ton della raccolta differenziata”, realizzati grazie al contributo dello sponsor Ecolat srl.
Come si differenziano i rifiuti nelle proprie abitazioni, le modalità per differenziare gli ingombranti e piccoli accorgimenti per avere cura dell'ambiente e della città. Questi alcuni degli argomenti al centro dell'incontro. L'assessore Tei si è inoltre soffermato sul progetto del santuario Pelagos del quale il Comune è uno dei partner.
L'“Educazione ambientale da indossare” culminerà con un evento finale in programma la prossima primavera. Parteciperanno tutti i 200 alunni coinvolti, per un totale di sei scuole interessate dall'iniziativa ovvero le scuole di via Monte Bianco, via Rovetta, via De Amicis; e ancora quelle di Roselle, Braccagni e Istia d'Ombrone.

Condividi su:

Seguici su Facebook